Home Alimentazione Alimenti che danneggiano la tiroide: ecco quali sono

Alimenti che danneggiano la tiroide: ecco quali sono

11633
0
alimenti che danneggiano la tiroide

La ghiandola tiroidea è una delle ghiandole più importanti del nostro corpo in quanto è responsabile della regolazione del nostro metabolismo e della produzione di alcuni di ormoni. Dunque affinchè funzioni bene è indispensabile prendersene cura. Ma in che modo? Iniziando proprio dalle nostre abitudini alimentari in quanto ci sono degli alimenti che danneggiano la tiroide.

Perché è importante prendersi cura della propria tiroide?

Quando si hanno dei problemi tiroidei si va incontro a diversi problemi ed in particolare a:
la fatica:

  1. Affaticamento o stanchezza costante.
  2. Aumenti o perdite di peso ingiustificati.
  3. Aumento dei livelli di zucchero nel sangue, colesterolo, trigliceridi e persino alterazioni del flusso sanguigno.
  4. Sbalzi d’umore improvvisi.
  5. Dolori articolari e muscolari acuti.
  6. Problemi a riprodursi.

Quali sono gli alimenti che danneggiano la tiroide?

I cibi da evitare in quanto danneggiano la tiroide o ne influenzano il funzionamento sono quelli che contengono glutine e la soia. Il glutine, infatti, accentua i sintomi dei disturbi tiroidei ostacolandone il corretto funzionamento. La soia, invece, oltre a generare problemi con la tiroide, influisce anche sulla riproduzione e in più indebolisce il nostro sistema immunitario.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

PUBBLICITAAbbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

NB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche. Pertanto non devono intendersi come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o la sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire in alcun modo il parere di un medico generico o specialista. L’utilizzo delle informazioni fornite è da intendersi sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

13 − 8 =