problemi alla tiroide

Molte persone hanno problemi alla tiroide e non hanno nemmeno il minino sospetto. Fattori come l’obesità o l’incapacità di perdere peso anche seguendo una dieta equilibrata e facendo sport, possono indicare un malfunzionamento della ghiandola tiroidea. Oggi vi insegnerò un metodo casalingo per testare il funzionamento di questa ghiandola.

Che cos’è la tiroide e quali funzioni svolge?

La tiroide è una ghiandola a forma di farfalla, situata nel collo appena sopra la clavicola. Essa svolge un ruolo molto importante in quanto è la ghiandola endocrina responsabile della produzione degli ormoni tiroidei. Quest’ultimi sono responsabili del controllo del ritmo di molte attività svolte dal nostro corpo. Tra queste, senza dubbio, la velocità nel bruciare le calorie e dei battiti cardiaci.

Quali sono i principali problemi alla tiroide?

I problemi alla tiroide sono piuttosto frequenti nelle donne in quanto la ghiandola tiroidea assorbe iodio dal cibo e lo converte in ormoni. Per questo nelle zone in cui c’è poco iodio sia nell’aria che nel cibo si ha un maggior numero di  con problemi alla tiroide. Le principali disfunzioni della tiroide sono l’ipertiroidismo e l’ipotiroidismo.

Ipotiroidismo

L’ipotiroidismo si verifica quando si ha uno scarso funzionamento della tiroide, con una produzione dell’ormone tiroideo basso o nullo. I suoi sintomi principali sono: stanchezza, depressione, aumento di peso, perdita di capelli, pelle secca, costipazione e aumento della sensibilità al freddo.

Ipertiroidismo

Con l’ipertiroidismo si registra un aumento dell’attività della tiroide. Nervosismo, insonnia e perdita di peso sono i sintomi più comuni di questo fastidio.

Come effettuare il test casalingo per la tiroide

Questo test raccomandato dal Dottor Jacob Teitelbaum è davvero molto semplice e richiede l’uso di un semplice termometro. Tutto questo perchè la temperatura del nostro corpo può darci degli indizi sull’effettivo funzionamento di questa ghiandola. Il miglior termometro per in assoluto per effettuare questo esame casalingo è il vecchio termometro al mercurio. Ciononostante, se non disponete di questo tipo di termometro, potete usare quello digitale, l’importante è che funzioni correttamente e le batterie siano cariche.

Seguite questo procedimento:

  1. Scuotete il termometro e assicuratevi che non mostri una temperatura superiore ai 35 gradi Celsius.
  2. Andate a dormire e lasciate il termometro sul comodino accanto al letto.
  3. Il giorno seguente, appena svegli, mettete il termometro sotto alle ascelle.
  4. Lasciatelo lì per 10 minuti e dopo toglietelo.

A questo punto:

  • Se la temperatura corporea è compresa tra 36,5 gradi Celsius e 36,8 gradi Celsius, la vostra tiroide funziona correttamente.
  • Se la temperatura corporea è inferiore ai 36,5 gradi Celsius, potreste soffrire di ipotiroidismo.
  • Se la temperatura corporea è superiore ai 36,8 gradi Celsius e se non si hanno infezioni in atto, potreste soffrire di ipertiroidismo.

Per essere sicuri del risultato, ripetete il test per quattro giorni. Se riscontrerete sempre la medesima temperatura, fissate un appuntamento con il vostro medico.

NB: E’ importante rispettare queste istruzioni in quanto appena svegli si registra la temperatura corporea più bassa ed è proprio questa ad indicare il funzionamento della tiroide.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

NB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche. Pertanto non devono intendersi come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o la sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire in alcun modo il parere di un medico generico o specialista. L’utilizzo delle informazioni fornite è da intendersi sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Google+Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

undici − due =