Home Dimagrire Il frullato che sgonfia la pancia, pulisce il colon e facilita l’eliminazione...

Il frullato che sgonfia la pancia, pulisce il colon e facilita l’eliminazione del grasso

2193
0
frullato che sgonfia la pancia

La papaia da sempre conosciuta come uno dei frutti con il maggior numero di proprietà benefiche. Il consumo regolare di questo alimento favorisce, infatti, la normale digestione anche dei cibi che sono più difficili da digerire. Tutto questo accade in quanto è ricco di papaina, un enzima digestivo che facilita la digestione di proteine ​​e altre sostanze pesanti per il colon. La papaia è anche un lassativo naturale che facilita l’espulsione dei rifiuti senza causare alterazioni nella flora batterica. Quest’ultima è l’ingrediente principale del frullato che sgonfia la pancia di cui vi parleremo oggi.

Il frullato che sgonfia la pancia sfruttando le proprietà della papaia

 

Assumendo questo frullato regolarmente, oltre a beneficiare di tutte le proprietà della papaia di cui vi abbiamo parlato, farete sgonfiare la vostra pancia, pulirete il vostro colon e faciliterete l’eliminazione del grasso in eccesso.

Ecco come prepararlo

INGREDIENTI:

  • ¾ di una tazza di papaya, tagliata a quadretti.
  • ½ tazza di latte di mandorle
  • ½ tazza di fiocchi d’avena
  • ¼ di cucchiaio di polvere di cannella.

Preparazione:

  1. Sbucciate la papaia e tagliatela a cubetti.
  2. Mettetela nel frullatore ed aggiungete il latte di mandorle, l’avena e la cannella.
  3. Azionate il frullatore e spegnetelo non appena avrete ottenuto un composto liscio e omogeneo.

Modalità di consumo:

  1. Il frullato ottenuto seguendo la ricetta, potrà essere consumato metà la mattina a digiuno e l’altra metà il pomeriggio.
  2. Assumilo per 7 giorni di fila e ripeti il trattamento ogni tre mesi.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

PUBBLICITAAbbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

NB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche. Pertanto non devono intendersi come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o la sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire in alcun modo il parere di un medico generico o specialista. L’utilizzo delle informazioni fornite è da intendersi sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

tredici + quindici =