chia

I semi di chia, nativi del ​​Messico, sono uno dei cibi più ricchi di proprietà benefiche. Non a caso, sono uno degli alimenti con il più alto contenuto di acidi grassi Omega 3. Ciononostante per sfruttare apieno i benefici della chia bisogna prepararli in maniera corretta. Conoscete il metodo?

Alla scoperta delle proprietà della chia

chiaQuesti semi aiutano a mantenere idratato l’organismo in quanto hanno la capacità di assorbire fino al doppio del loro peso in acqua.

Inoltre sono molto utili nella perdita di peso in quanto aumenta il senso di sazietà e favosce una corretta digestione.

I semi chia quando vengono aggiunti all’acqua, producono un gel che riesce a rallentare la digestione dei carboidrati e convertirli in zucchero. Il che aiuta a mantenere bassi i livelli di zucchero nel sangue e a pulire il tratto digestivo, configurandosi come un valido alleato dei diabetici.

Questi semi aumentano la resistenza degli atleti mantenere l’atleta nella migliore condizione per lunghi periodi di allenamento.
Benefici per i diabetici.

Che sapore ha la chia e come si prepara?

I semi di chia possono essere aggiunti ai cereali o allo yogurt a colazione (1 cucchiaio di semi per ogni vasetto di yogurt) oppure ad insalate, pasta o riso (2 cucchiai). Inoltre la chia può essere aggiunta a frullati fornendo ulteriori vitamine e minerali all’apporto donato dalla frutta. Un altro metodo per prepararli è aggiungerne 5 gr a mezzo bicchiere d’acqua e al succo di 1 limone.

E il sapore? Ha un sapore delicato che non altera il gusto degli alimenti che accompagna.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

PUBBLICITAAbbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

NB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche. Pertanto non devono intendersi come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o la sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire in alcun modo il parere di un medico generico o specialista. L’utilizzo delle informazioni fornite è da intendersi sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

nove + 19 =