salute

Il nostro corpo è il miglior medico che esista. Molto spesso, infatti, basterebbe saper leggere i segnali che ci invia per capire qual è il nostro effettivo stato di salute ed intervenire tempestivamente.

Ecco i 10 segnali del nostro corpo che indicano il nostro stato di salute:

1. Pelle secca: denota una carenza di vitamina E. Consumando regolarmente olio di mandorle, di oliva o di girasole pressato a freddo, spinaci, pesce e uova è possibile aumentare i livelli di questa vitamina nel nostro organismo.

2. Perdita di capelli e unghie deboli: sono il risultato di una carenza di vitamine B, vitamina D e calcio. Questo problema può essere ovviato mangiando patate, broccoli, yogurt, cibi lievitati, sesamo e cereali.

3. Desiderio di zuccheri: denota che il nostro sistema nervoso ha bisogno di energie. In questo caso, bisogna evitare i dolci e cercare di soddisfare il desiderio con del miele o del cioccolato amaro.

4. Desiderio di cibi acidi: è sintomatico di problemi al fegato o alla colecisti. Consumando regolarmente del succo di limone sarà possibile trattare il problema in modo naturale.

Cibi alcalini: quali mangiare ogni giorno?

5. Desiderio di frutti di mare: è il risultato della carenza di iodio. Si può risolvere consumando alghe, pesce, sardine e merluzzo.

6. Sanguinamento delle gengive: denota una carenza di vitamina C. Broccoli, kiwi, frutti di bosco, pomodori, arancio, limone, acerola e papaia sono i cibi da consumare in questo caso.

7. Desiderio di cibi salati: è tipico di una infiammazione o infezione del tratto genitale o delle vie urinarie. In questo caso è consigliabile consultare un medico.

8. Irritabilità: denota l’assenza di potassio e magnesio. Per aumentare i livelli di questi minerali, bisogna mangiare cavoli, noci, spinaci, semi di lino, mandorle e semi di girasole.

9. Gomiti secchi: sono un sintomo tipico di una carenza di vitamina A e C. Zucca, carota, arancia e limone possono risolvere il problema.

10. Desiderio di cibi crudi: è tipico di un corpo molto acido. Provate a rimediare mangiando frutta e verdura cruda.

Nb: Le informazioni contenute in questo articolo non intendono sostituire il rapporto diretto tra medico e paziente. Per maggiori informazioni è opportuno rivolgersi al proprio medico.

Per approfondire, leggi anche:

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostranewsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social:Facebook, Twitter, Google+ eInstagram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × tre =