mangiare wurstel può causare cancro e leucemia

Secondo una ricerca condotta dall’Università della California, pubblicata sulla rivista Cancer Causes and Control, mangiare wurstel può causare cancro e leucemia nei bambini.

Dallo studio è, infatti, emerso che i bambini che mangiano 12 o più hot dog al mese hanno 9 probabilità in più di sviluppare la leucemia rispetto agli altri. Il rischio inoltre aumenta se la madre ha consumato almeno un hot dog a settimana, durante la gravidanza.

Perchè mangiare wurstel può causare cancro e leucemia?

mangiare wurstel può causare cancro e leucemiaI wurstel contengono i nitriti, dei conservanti utilizzati principalmente per combattere il botulismo. Durante il processo di cottura, quest’ultimi combinati con le ammine presenti in natura nella carne danno vita a dei composti cancerogeni.

Questi composti cancerogeni sono stati associati al cancro della vescica, dello stomaco, della cavità orale, dell’esofago e del cervello.

Alcune verdure contengono nitriti. Anch’esse possono causare il cancro?

La lattuga, il sedano e gli spinaci contengono nitriti eppure anziché causare il cancro, ne riducono il rischio. Tutto questo avviene perché oltre ai nitriti vegetali contengono le vitamine anche C e D, utilizzate per inibire la formazione di composti N-nitroso. Inoltre i nitriti, contenuti nelle verdure, non sono aggiunti artificialmente come avviene nei wurstel.

Esistono dei wurstel senza nitriti?

Esistono dei metodi di produzione moderni che non richiedono l’uso di tali conservanti. Tuttavia non tutte le aziende li utilizzano in quanto l’uso di nitriti, nitrati e altri conservanti dà un aspetto sempre fresco alle salsicce in quanto gli dona una colorazione rossa che nasconde il reale colore del prodotto.

Insomma, prima di dare dei wurstel ai vostri bambini pensateci bene. Personalmente, sconsiglio il consumo di questo tipo di alimento. Tuttavia se i vostri bambini non riescono proprio a farne a meno, scegliete dei wurstel che non contengano nitriti e limitate le quantità e la frequenza del consumo.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Google+Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

6 + 20 =