ricetta di Breuss

Rudolf Breuss è un medico austriaco, famoso per aver sviluppato un trattamento per curare il cancro in soli 42 giorni. La ricetta di Breuss che ha avuto molto successo in Austria e in altri paesi europei ha, tuttavia, incontrato le critiche di altri medici.

In cosa consiste la ricetta di Breuss?

Questo trattamento prevede un digiuno terapeutico in cui è consentito solo il consumo una bevanda preparata con alimenti biologici ricchi di sostanze nutritive e antiossidanti. La bevanda in questione è un succo, preparato con:

  • 170 gr di barbabietole
  • 56 gr di carote
  • 56 gr di sedano
  • 14 gr di patate
  • 14 gr di ravanello

Il trattamento di Breuss prevede il consumo di questa bevanda per 42 giorni una volta al giorno. In ogni caso questa cura non deve essere seguita senza il controllo di un medico.

Grazie a questo trattamento, il Dr. Breuss afferma di aver aiutato a guarire dal cancro ben 45.000 persone. Il suo segreto consiste nel depurare l’organismo facendo morire le cellule tumorali. Quest’ultime, infatti, private delle sostanze che davano loro nutrimento, muoiono e vengono sostituite da cellule sane.

Questa ricetta ha incontrato molta opposizione da parte del mondo scientifico. Tuttavia il Dott.Breuss e gli altri sostenitori della sua ricetta hanno ipotizzato che dietro tanta opposizione si nascondano scopi di lucro. E’ brutto dirlo, ma alcuni medici (per fortuna pochi) approfittano del dolore e delle malattie altrui per trarne motivo di guadagno.

Dunque al momento non ci esprimiamo circa l’efficacia di questo trattamento. Ciononostante se qualcuno l’ha sperimentato e vuole condividere con noi la sua esperienza gli saremmo profondamente grati.

La ricetta del Dr. Breuss può essere sperimentata anche in via preventiva. Basterà seguire questo trattamento per 30 giorni, 2 volte all’anno.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

Nb: Le informazioni contenute in questo articolo non intendono sostituire il rapporto diretto tra medico e paziente. Per maggiori informazioni è opportuno rivolgersi ad uno specialista.

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Google+ e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × cinque =