prodotti più tossici

Ebbene sì, il cancro si nasconde proprio in questo barattolo. Quest’ultimo contiene, infatti, uno dei prodotti più tossici di tutti i tempi. I consumatori, ignari dei rischi legati al consumo di questo alimento, continuano ad acquistarlo e di conseguenza a consumarlo.

Il cancro in un barattolo

prodotti più tossici

Vendute in contenitori di plastica o in lattina, le patatine sono uno dei prodotti più apprezzati e venduti in tutto il mondo, nonostante siano un alimento molto dannoso. Preparate con alimenti sani come riso, frumento, fiocchi di mais e fiocchi di patate che uniti formano una sorta di pasta sottile, le patatine sono uno degli alimenti più tossici in assoluto a causa della loro cottura. Quest’ultime vengono, infatti, cotte ad alta temperatura per poi essere condite e confezionate.

Durante il processo di cottura una macchina soffia le patate per rimuovere il grasso in eccesso e le insaporisce con degli aromi artificiali in polvere. In questo modo l’amido contenuto nelle patatine raggiunge temperature superiori ai 120 gradi Celsius, il che porta alla formazione di sostanze tossiche come l’acrilammide. Quest’ultima è una delle sostanze più nocive in assoluto e una delle principali cause di cancro. Essa colpisce, infatti, il sistema nervoso, può causare l’infertilità maschile e difetti di nascita.

Molti si chiedono se sia possibile preparare questo alimento in modo diverso. La risposta a questa domanda è senza dubbio negativa. E’ solo ad alte temperature che le patatine riescono ad essere asciutte e croccanti.

Se questo articolo su uno dei prodotti più tossici di sempre ti è piaciuto, leggi anche:

NB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche. Pertanto non devono intendersi come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o la sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire in alcun modo il parere di un medico generico o specialista. L’utilizzo delle informazioni fornite è da intendersi sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Google+Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 + due =