helicobacter pylori

Secondo una ricerca il 50% della popolazione mondiale, senza saperlo, nel proprio corpo offre dimora al batterio Helicobacter pylori. Si tratta di un batterio capace di sopravvivere in uno degli ambienti più inospitali del nostro corpo ovvero il nostro stomaco. Sebbene questo organo abbia un pH mai inferiore a 4, questo batterio riesce a sopravvivere anche in un ambiente così acido. L’Helicobacter pylori supera, infatti, la barriera mucosa dello stomaco e finisce per stabilirsi in questo luogo.

Quali i sintomi avvertono i pazienti colpiti dall’Helicobacter pylori?

Partendo dal presupposto che pazienti colpiti dal batterio Helicobacter pylori possono anche non presentare sintomi, quelli più frequenti sono:

– Intolleranza al cibo

– Dolore o fastidio nella parte superiore dell’addome

– Gonfiore allo stomaco

– Inappetenza

– Nausea o vomito

– Anemia

I risultati della ricerca

Una ricerca condotta in Giappone e pubblicata sulla rivista Cancer Prevention Research ha rivelato che il rimedio naturale più efficace per sbarazzarsi di questo problema e scongiurare il rischio cancro è il broccolo. Ecco come prepararlo per sbarazzarsi del batterio:

INGREDIENTI

  • 1 broccolo di medie dimensioni
  • 1,5 litri di acqua bollita
  • 1 pizzico di sale dell’Himalaya)

PREPARAZIONE

  1. Lavare accuratamente il broccolo e bollitelo, aggiungendo il sale all’acqua.
  2. Quando si raffredderà, frullate il broccolo aggiungendo l’acqua di cottura.
  3. Consumate l’intero centrifugato nell’arco della giornata.

Affinchè questo trattamento doni i risultati sperati bisognerà seguirlo per almeno 30 giorni.

NB: Durante il trattamento bisogna evitare: alcol, zucchero, cibi raffinati e carne affumicata.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

NB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche. Pertanto non devono intendersi come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o la sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire in alcun modo il parere di un medico generico o specialista. L’utilizzo delle informazioni fornite è da intendersi sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Google+Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 + 7 =