dieta dukan

La dieta Dukan è un regime dietetico ad alto contenuto di proteine e povero di carboidrati, suddiviso in 4 fasi. Quest’ultimo ha preso il nome del Dottor Pierre Dukan, il medico francese specializzato nella gestione del peso, che lo ha elaborato nel lontano 1970. Dopo circa 30 anni e centinaia di pazienti che hanno seguito la dieta con successo, nel 2000 Dukan ha pubblicato il libro La dieta Dukan. Quest’ultimo, oggi pubblicato in ben 32 paesi, è diventato un vero e proprio best seller.

Cosa si nasconde dietro il successo della dieta Dukan?

La dieta che permette di perdere peso rapidamente senza avere fame è suddivisa in 4 fasi:

Fase d’attacco (durata: da 3 a 7 giorni)

Durante questa fase possono essere consumati liberamente 72 alimenti ricchi di proteine e si possono perdere dagli 1,5 kg ai 5 kg. Il segreto di un dimagrimento così veloce si nasconde nel fatto che le proteine permettono di conservare la massa magra e di attingere energie dalla massa grassa.

Ecco gli alimenti consentiti in questa fase sono:

  • Manzo, vitello e carne di cervo.
  • Carne magra di maiale.
  • Pollame senza pelle.
  • Fegato, reni e la lingua.
  • Pesce e frutti di mare (tutti i tipi).
  • Uova .
  • Prodotti lattiero-caseari non grassi (massimo 1 kg al giorno): latte,yogurt e ricotta.
  • Tofu.
  • Seitan.
  • Bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno (obbligatorio).
  • Consumare 1,5 cucchiai di crusca di avena al giorno (obbligatorio).
  • Consumare piccole quantità di limone succo o di frutta e sottaceti .
  • Utilizzare 1 cucchiaino di olio al giorno per ungere padelle.

Fase di crociera (durata: da 1 a 12 mesi)

In questa fase ai 72 alimenti della fase precedente si aggiungono 28 verdure. Gli alimenti consentiti sono 100 e i risultati ottenuti si aggirano intorno a un kg perso a settimana.

Ecco le verdure consentite:

  • Spinaci, cavoli, lattuga e altre verdure a foglia verde.
  • Broccoli, cavolfiori, cavoli e cavoletti di Bruxelles.
  • Peperoni.
  • Asparago.
  • Carciofi.
  • Melanzane.
  • Cetrioli.
  • Sedano.
  • Pomodori.
  • Funghi.
  • Fagioli .
  • Cipolla, porro e scalogno.
  • Zucca.
  • Rape.
  • 1 porzione di carote o barbabietole al giorno.
  • 2 cucchiai di crusca di avena al giorno (obbligatorio).

Fase di consolidamento (durata: 10 giorni per ogni chilo perso)

Questa fase serve ad evitare l’effetto yoyo. E’ un periodo di transizione che si attesta a metà strada tra dieta ferrea e alimentazione spontanea. Si possono consumare i 100 alimenti della fase precedente con l’aggiunta di frutta e pane integrale.

Fase di stabilizzazione (durata: tempo indeterminato)

Questo periodo consente di non riprendere i chili persi. Per riuscirci bisognerà osservare 3 accorgimenti:

  • Consumare 3 cucchiai d’avena al giorno.
  • Camminare almeno 20 minuti al giorno.
  • Consumare proteine pure almeno 1 volta a settimana.

Se sei interessato ad approfondire questo argomento, ti consiglio di leggere il libro sulla dieta Dukan.

Importante integrazione!

Grazie alla gentile segnalazione di una nostra lettrice vi invito a tener conto del fatto che, nel 2012, Pierre Dukan è stato radiato dall’Ordine dei Medici francese a causa della sua dieta. Quest’ultima è stata, infatti, definita pericolosa per la salute in quanto potrebbe comportare la possibilità di sviluppare diverse patologie ed avere problemi ai reni.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × 4 =