broccoli

I broccoli sono, senza dubbio, uno dei migliori superfoods in assoluto. Ricchi di vitamine A, C ed E , sono degli ottimi farmaci naturali, talvolta anche più efficaci delle crocifere. Ciononostante la maggior parte delle persone non conosce il modo giusto di consumarli. Molti consumano, infatti, solo i fiori e scartano lo stelo e le foglie buttando via un sacco di nutrienti importanti per la nostra salute. Ma allora qual è il modo giusto per mangiare i broccoli?

Ecco come mangiare i broccoli per sfruttare tutte le proprietà benefiche

broccoli

Non eliminare gli steli 

Il gambo dei broccoli è un’ottima fonte di fibre che le florecille e ha un gusto dolce e delizioso. Per cucinare anche questa parte del broccolo, non dovete far altro che rimuovere lo strato esterno del gambo e tagliarlo in piccoli cubi. Dal momento che è un po’ più duro dei fiori, dovrai farlo cuocere qualche minuto in più.

Mangiare le foglie

Le foglie di broccolo contengono beta-carotene, una sostanza che può ridurre il rischio di malattie croniche nelle donne in premenopausa e le probabilità di sviluppare la degenerazione maculare legata all’età. Esse sono anche vitamina A, una vitamina importante per il sistema immunitario che protegge la vista. Le foglie possono essere cucinate come i fiori. 

Qual è il miglior metodo di cottura per cucinare i broccoli?

broccoli

Il modo migliore per mangiare questa verdura è la cottura al vapore. Utilizzando questo metodo di preparazione potrai godere della gamma completa dei benefici di questa verdura.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

PUBBLICITAAbbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

NB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche. Pertanto non devono intendersi come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o la sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire in alcun modo il parere di un medico generico o specialista. L’utilizzo delle informazioni fornite è da intendersi sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × 3 =