Home Psiche e benessere Donne, sapevate che la vagina può essere “depressa”? Sì, e scoprite come.

Donne, sapevate che la vagina può essere “depressa”? Sì, e scoprite come.

560
0
vagina depressa

La vagina può soffrire di una sorta di depressione o angoscia, che la scienza chiama vulvodinia. I sintomi di questo problema sono: dolore cronico e intenso, bruciore, irritazione e persino prurito. Per questo motivo, molte persone confondono la vulvodinia con un’infezione vaginale.

Il dolore causato dalla vulvodinia può essere così grande che, nel peggiore dei casi, alcune donne lo paragonano al dolore del parto. Le cause possono essere molteplici: un cambio di partner sessuale, instabilità emotiva, depressione causata da un cambiamento, mancanza di sesso e alti livelli di tensione. Quello che succede è che questi fattori modificano il pH della vagina e il rilascio di ormoni, influenzando la salute del corpo. Tanto per darvi un’idea, anche la lubrificazione e l’odore diventano diversi. Inoltre, i muscoli della vagina si contraggono e le donne attraversano un processo di maggiore ansia e stress. 

Tutto questo senza contare fattori come:
  • Cancro
  • Trattamenti laser o interventi chirurgici vaginali
  • Irritazione causata da sapone e prodotti per la pulizia sulla biancheria intima
  • Infezioni da funghi o malattie sessualmente trasmissibili.

Ma, come va affrontata la vulvodinia?

Per trattare questo problema vaginale, alcuni medici raccomandano farmaci antidepressivi. Il problema è che il farmaco riduce solo il disagio e crea dipendenza. Ciò che può rilassare davvero è:

  1. Farsi aiutare da uno psicologo. Parlare con i nostri cari ci fa bene, ma uno psicologo trova sempre le parole giuste per aiutarci a risolvere il nostro problema.
  2. Praticare sesso in modo responsabile in quanto aumenta il flusso sanguigno e i livelli di collagene e cellule nella vagina.
  3. Prendersi cura della propria salute emotiva: in meno problemi ti coinvolgi, meglio è.
  4. Non insaponare la vagina, lavare solo con acqua in quanto creme, olio e deodorante femminile irritano ancora di più la zona.
  5. Dopo essere andati in bagno, lavarsi sempre con acqua.
  6. Indossare abiti di cotone che non siano stretti.
  7. Non indossare abiti sporchi e umidi, in quanto possibili ricettacoli di funghi e batteri in eccesso.
Leggi anche:

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitter, e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

19 − quattro =