Home Salute Ecco il vero significato degli odori vaginali secondo i ginecologi

Ecco il vero significato degli odori vaginali secondo i ginecologi

6550
0

Gli odori vaginali possono essere la spia di un problema di salute

Ogni donna è unica per il suo carattere, il suo aspetto , il suo modo di essere e l’odore che emana. In particolare, uno degli odori che cambia da donna a donna è quello della vagina. Questa parte del corpo femminile ha, infatti, un odore particolare che varia in modo normale durante il ciclo mestruale. Tuttavia, se l’ odore vaginale è davvero molto diverso dal solito e sgradevole, potrebbe essere un segno di un disturbo ginecologico. Ecco perché, è importante conoscere i diversi tipi di odori vaginali.

Scopriamo insieme il significato dei diversi tipi di odori vaginali

Odore di pesce

L’origine di un odore vaginale simile a quello del pesce può essere un’infezione e in particolare la vaginosi batterica o la tricomoniasi. La vaginosi batterica è uno squilibrio dei batteri nella flora vaginaleLa tricomoniasi è, invece, un’infezione a trasmissione sessuale causata da un parassita caratterizzata da perdite vaginali anormali, bianche o grigie e abbondanti, prurito e bruciore oltre che da un forte odore vaginale simile a quello del pesce. In entrambi i casi è necessaria una consulenza medica.

Odore metallico

Che la vagina emani un odore metallico può essere normale durante le mestruazioni o in seguito ad un contatto intimo con lo sperma, che modifica il pH della vagina . In entrambi i casi, questo odore dovrebbe essere temporaneo. Pertanto, se persiste ed è accompagnato da prurito e secrezione atipica, vi consigliamo di consultare un ginecologo.

Profumo di pane lievitato
Loading...

Se noti un odore di lievito con perdite bianche e dense e prurito, potresti avere un’infezione fungina in corso. Questo perché in alcuni casi la vagina emette un odore simile a quello del pane quando è affetta da un’infezione. 

Odore putrido

Un odore putrido va preso sul serio perché può segnalare che abbiamo dimenticato un tampone, provocando la sindrome da shock tossico, la presenza di un parassita o un problema di salute che può avere conseguenze irreversibili per la salute vaginale.

Un profumo dolce

L’odore vaginale è influenzato dalla nostra dieta. Pertanto, il forte consumo di agrumi tra cui arance, pompelmi o persino ananas può essere la causa di un odore dolce. Inoltre, l’odore vaginale può essere modificato da alcune abitudini femminili, che mirano proprio a combattere questo odore, come docce intime, profumi e salviettine profumate o anche indossando abiti troppo stretti.

Per evitare di avere odori sgradevoli, ti consigliamo di:

  • Evitare l’uso di gel intimi e prediligere l’acqua.
  • Indossare biancheria intima di cotone.
  • Limitare la ceretta o la rasatura della zona bikini, uno dei fattori di rischio per la comparsa di infezioni in considerazione del ruolo protettivo dei peli.
  • Eseguire una delicata toilette intima pulendo la parte superiore del pube e l’esterno della vulva ed evitare le docce che influiscono sulla flora vaginale.
  • Evitare di indossare abiti stretti,
  • Fare un controllo regolare con il tuo ginecologo.
Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitter e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

9 − 5 =