piante più potenti

La Plantago Lanceolata meglio conosciuta come Piantaggine è un’erba spontanea e perenne che si adatta facilmente a qualsiasi tipo di terreno, non ha esigenze particolari ed il suo habitat perfetto è in Europa e nelle aree del nord Africa. Nonostante l’aspetto quasi insignificante, quest’ultima è una delle piante più potenti a causa delle sue molteplici proprietà benefiche.

Conosciamo meglio la piantaggine, una delle piante più potenti di tutti i tempi

La piantaggine trova ampia applicazione non solo in campo erboristico, dove riveste un ruolo primario nella cura di numerose patologie, ma anche nella dieta di tutti i giorni come integratore naturale.

I principi attivi

I principi attivi sono racchiusi tutti nelle foglie e nei semi, sono presenti: Glicosidi iridoidi, Flavonoidi, Acido Salicilico, Carotene, Pectine, Tannini, Mucillagini, Sali minerali soprattutto potassio e zinco e tutta una serie di Vitamine, che fanno di questa pianta un vero e proprio tesoro disponibile in natura.

La raccolta

Il periodo migliore per la raccolta è senz’altro quello antecedente la fioritura che avviene solitamente da maggio a settembre, le foglie possono essere essiccate, conservate in luogo fresco ed utilizzate sotto forma di tisane o di impacchi.

I benefici per la salute

La piantaggine ha mille proprietà benefiche in grado di dare una mano all’organismo, la sua azione depurativa e diuretica aiuta coloro che soffrono di ipertensione e ritenzione idrica, favorendo il ripristino dei giusti livelli pressorici.

Grazie ai suoi principi attivi svolge un’azione emolliente e calmante, le sue foglie sono molto efficaci nel curare lesioni, ferite e ridurre il prurito, anche quello causato dalle punture d’ insetti. Oltre a calmare il fastidio ha, infatti, un effetto antibatterico.

La sua efficacia come espettorante è molto usata nel trattamento di patologie a carico dell’apparato respiratorio, come: tosse, catarro, sinusite e bronchite cronica. Inoltre riduce le infiammazioni delle mucose grazie alla presenza di mucillagini che esercitano un’azione protettiva. In questo caso, molto efficaci sono anche i gargarismi.

Le mucillagini in effetti hanno un ruolo fondamentale perché sono in grado di alleviare numerosi disturbi. Esse danno, infatti, una mano nei casi di anemia, nei casi di stitichezza stimolano la corretta funzionalità intestinale, agendo come un leggero lassativo, sono degli anticoagulanti naturali, in grado di bloccare le emorragie e favorire la cicatrizzazione di piccole ferite.

Come consumarla

La piantaggine, essendo una delle piante più potenti in assoluto, oltre ad essere usata sotto forma di tisane a scopo curativo, può essere utilizzata nella realizzazione di molte ricette allo stesso modo degli spinaci o del radicchio.

Cruda darà un sapore nuovo ad una ricca insalata e cotta potrà essere utilizzata come ripieno per la pasta o gustata come contorno passata in padella o cotta al vapore.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

NB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche. Pertanto non devono intendersi come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o la sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire in alcun modo il parere di un medico generico o specialista. L’utilizzo delle informazioni fornite è da intendersi sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − nove =