controindicazioni dello zenzero

Lo zenzero è un potente rimedio naturale per curare diverse malattie. Esso ha, infatti, tantissime proprietà terapeutiche: migliora la digestione, contrasta le malattie respiratorie, cura le infiammazioni, agisce come un antidolorifico, rinforza il sistema immunitario e in più previene il cancro. Ciononostante oggi non vi parlerò delle proprietà, ma delle controindicazioni dello zenzero. Benché sia ricco di benefici, questo alimento non è adatto a tutti.

Alcune controindicazioni dello zenzero, lo rendono inadatto a:

1. Le persone che hanno problemi di coagulazione del sangue: lo zenzero migliora il flusso sanguigno, di conseguenza potrebbe causare disordini emorragici.

2. I diabetici: questa radice aiuta a ridurre i livelli di zucchero nel sangue. Anche se, secondo studi recenti, lo zenzero può abbassare il diabete, lo stesso principio non vale per quello di tipo 2 che va curato utilizzando altri rimedi naturali.

3. Le persone ipertese: questo alimento potrebbe far diminuire la frequenza cardiaca.

4. Le persone con calcoli biliari: lo zenzero aumenta la produzione di bile, il che richiede uno sforzo maggiore per la cistifellea.

Dunque se avete uno di questi 4 problemi, vi consiglio di evitare categoricamente l’assunzione di questa radice sia in cucina che sotto forma di infuso. Esistono tantissimi altri rimedi naturali equivalenti e/o superiori allo zenzero in base alla funzione che svolgono.

Se, invece, non hai nessuna di queste patologie e sei interessata/o a conoscere nel dettaglio tutte le proprietà dello zenzero, leggi anche:

Se questo articolo sullo zenzero ti è piaciuto, leggi anche:

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Google+Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

9 + dodici =