Home Home Quali sono i sintomi del cancro al collo dell’utero?

Quali sono i sintomi del cancro al collo dell’utero?

298
0
cancro collo utero

Riconoscere i sintomi del cancro al collo dell’utero può salvare la vita. Scopriamo insieme quali sono e quando è il caso di sottoporsi ad un controllo medico.

Il cancro del collo dell’utero è un tumore che cresce nelle cellule della cervice. Questo tipo di cancro è al secondo posto tra i tumori femminili più comuni al mondo. Secondo l’OMS, una donna muore di cancro all’utero ogni due minuti. D’altra parte, diversi medici hanno rivelato che quasi il 90% dei pazienti con diagnosi di cancro del collo dell’utero sviluppa alcuni sintomi che non dovrebbero essere trascurati.

Come si manifesta la malattia?

I primi stadi della malattia sono asintomatici. Durante gli stadi successivi iniziano a comparire sintomi come:

1. Dolore alle gambe. Nelle prime fasi della malattia, alcune donne avvertono dolore alle gambe e gonfiore. Dopo le prime fasi, anche la cervice è gonfia e può ostacolare il flusso sanguigno. Questo provoca gonfiore e dolore alle gambe.

2. Ustioni nelle urine. Il cancro della cervice può essere diagnosticato con un regolare esame delle urine. Nel caso in cui la malattia sia stata rilevata con l’aiuto dell’urina, ciò implica che il tumore ha raggiunto i tessuti vicini ed è essenziale consultare uno specialista. I medici confermano che le ustioni urinarie sono sintomi abbastanza comuni nelle donne con cancro uterino. Le ustioni urinarie non sono solo un segno di infezione nella vescica, quindi dovresti consultare uno specialista.

3. Sanguinamento dopo il rapporto. Man mano che il tumore cresce nella cervice, la quantità di sangue diventa più abbondante, irregolare e accompagnata da dolore al bacino, alla colonna vertebrale e alle gambe.

4. Alcuni pazienti soffrono di gonfiore degli arti inferiori. In questo caso, il tumore è entrato nell’ultima fase (tumore metastatico) e comprime i vasi sanguigni. 

5. Quando il tumore colpisce il retto, può sviluppare sintomi come tenesmo (dolore all’ano), feci difficili o dolorose e sangue nelle feci.

6. Se il tumore colpisce gli ureteri (tratto urinario superiore) può causare idronefrosi; un aumento del volume del bacino (l’organo che riceve l’urina formata nel tessuto renale e ne assicura il flusso nell’uretere) o insufficienza renale.

7. Nelle fasi più avanzate, può causare fistole vescicovaginali (comunicazione anormale tra la vescica e la vagina) o rettovaginale (comunicazione anormale tra il retto e la vagina).

Manifestazione sistemica

In casi meno frequenti, altre malattie possono accompagnare il cancro della cervice uterina. Queste malattie sono manifestazioni sistemiche cioè si verificano lontano da dove cresce il cancro a causa della produzione di cellule tumorali. La diffusione ematogena (trasporto di particelle nel corpo attraverso il sangue) è rara. Soprattutto nelle prime fasi della malattia.

Tuttavia, nelle fasi successive della malattia, il tumore può diffondersi attraverso il sangue e colpire diversi organi e tessuti del corpo. Pertanto, in caso di metastasi ossee, il paziente soffrirà di dolori alle ossa che potrebbero anche fratturarsi.

In caso di metastasi polmonari, il paziente avrà difficoltà a respirare. Possono verificarsi altri sintomi come tosse, mancanza di respiro ed emottisi (scolo di sangue).

Se il tumore colpisce il fegato, causerà l’interruzione di diverse funzioni metaboliche nel corpo come l’ittero, un sistema immunitario debole e persino il coma.

Se il tumore colpisce il cervello, può causare sintomi neurologici come forte mal di testa, vomito, diplopia (visione doppia) e disturbi dell’equilibrio.

Altri sintomi includono: affaticamento, perdita di appetito, anemia, uremia (livello di urea secreta dal fegato nel sangue) e infezioni secondarie.

Sindrome paraneoplastica

Una sindrome paraneoplastica si riferisce a tutte le anomalie che possono accompagnare alcuni tumori come:

  • Ipercalcemia (livelli elevati di calcio nel sangue).
  • Interruzione dell’ormone corticotropo che stimola la corteccia surrenale a produrre glucocorticoidi come il cortisolo.

Leggi anche:

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitter, e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

dodici − dieci =