Home Home Quali sono le differenze tra coronavirus e influenza?

Quali sono le differenze tra coronavirus e influenza?

12048
0
coronavirus e influenza

Il coronavirus, o covid-19, continua a diffondersi in tutto il mondo. Dopo aver recentemente superato la barriera di 100.000 pazienti affetti, la popolazione mondiale sta iniziando a preoccuparsi sempre più di questo flagello che non mostra alcun segno di rallentamento. La corsa al vaccino occupa completamente gli scienziati, ma nel frattempo è giunto il momento di gestire l’epidemia, i governi stanno cercando di contenere la diffusione, questo implica necessariamente il rilevamento di tutti i casi del nuovo covid-19. In questo articolo vi siegheremo come è possibile distinguere il coronavirus e influenza stagionale, tenendo conto delle informazioni fornite dai medici che stanno combattendo la pandemia.

Il coronavirus o covid-19 è una malattia che arriva dalla tragicamente famosa città di Wuhan in Cina che ha recentemente superato i 100.000 contagiati in tutto il mondo. Di fronte a qualsiasi epidemia e questa in particolare, è essenziale sapere come riconoscere i sintomi di coronavirus e influenza. Un compito che sembra piuttosto complesso data la somiglianza dei sintomi con l’influenza stagionale. 

Il numero di persone infette continua ad aumentare e con esso le preoccupazioni della popolazione. Per controllare un’epidemia è innanzitutto essenziale i decreti disposti dal Governo, ma anche che la popolazione sia consapevole dei sintomi associati all’infezione. Nel caso del nuovo coronavirus è abbastanza complesso per una semplice ragione: la somiglianza con l’influenza stagionale è molta.

Coronavirus e influenza: i sintomi sono troppo simili 

Secondo il dottor Gérald Kierzek non è possibile discernere i due virus facilmente. “Entrambi sono sindromi virali, che più o meno causano febbre, tosse, dolori muscolari e affaticamento”. E’ abbastanza difficile per un paziente di giudicare se sia o meno stato infettato dal nuovo coronavirus. Tuttavia “l’ influenza stagionale ha un inizio più brutale, con febbre alta e forti dolori muscolari ” mentre il coronavirus inizialmente si manifesta con una ” febbre sembra più moderata in cui i pazienti non sono costretti a letto”.

Loading...

I sintomi del coronavirus compaiono tra 2 e 14 giorni dopo la contaminazione e il paziente può sviluppare una sindrome da stress respiratorio acuto, insufficienza renale acuta o insufficienza multi viscerale.

Ciò che aiuta a distinguere davvero un’infezione da coronavirus da una semplice influenza è far contestualizzare la tua situazione da un medico. Hai visitato di recente un’area a rischio? O ti sei messo in contatto con qualcuno che è tornato da poco? Se la risposta è no a entrambe le domande, è molto probabile che sia solo una semplice influenza. L’unico modo per avere una conferma totale è quello di eseguire un tampone per dimostrare l’origine del virus che ti ha contaminato.

Inoltre, ricordiamo che in questo momento per evitare l’epidemia è ancora più essenziale attenersi a rigide norme igieniche , vale a dire lavare le mani con acqua e sapone o con gel o sapone idroalcolico. Se stai tossendo, è essenziale coprire la bocca con la piega del gomito piuttosto che con la mano.

Leggi anche:

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitter e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

3 + 11 =