Home Home 9 sintomi che indicano che hai una carenza di vitamina C e...

9 sintomi che indicano che hai una carenza di vitamina C e non lo sai

1227
0
carenza di vitamina c

L’acido ascorbico meglio conosciuto come Vitamina C è un micronutriente idrosolubile, indispensabile per la regolare crescita e salute sia delle cellule che dei tessuti, meccanismo vitale per il benessere di tutto l’organismo. Ecco perché è importante scongiurare il rischio di una possibile carenza di vitamina C.

Le funzioni della vitamina C

Tra le sue molteplici funzioni la più importante è quella antiossidante, utile per contrastare i radicali liberi veri responsabili dell’invecchiamento cellulare, aiuta inoltre ad assorbire meglio il ferro contenuto negli alimenti e contribuisce a fissare il calcio sulle ossa.

Favorisce una maggior produzione di collagene, elemento indispensabile per una pelle sana, mantiene in salute i legamenti ed i vasi sanguigni, oltre a provvedere alla riparazione dei tessuti danneggiati facilitando la guarigione di piccole ferite ed alla formazione di cicatrici.

9 sintomi che denotano una carenza di vitamina C

La carenza di vitamina C produce svariate sintomatologie più o meno gravi, dall’abbassamento delle difese immunitarie fino ad arrivare ad infezioni e problemi della pelle. Scopriamole tutte:

  1. La pelle nutrita dal collagene appare elastica e priva di rughe, mentre un ridotto apporto di vitamina C la rende più secca ed i segni del tempo son più evidenti.
  2. Quando hai una carenza di questa vitamina, le tue unghie sono più deboli a causa del cattivo assorbimento del calcio da parte delle ossa, si sfaldano facilmente e tendono a spezzarsi.
  3. I capelli perdono la loro lucentezza e la loro forza, apparendo opachi, secchi, sfibrati e più soggetti alla formazione di doppie punte, inoltre si spezzano facilmente e cadono di più.
  4. Una carenza di vitamina C rende le gengive più sensibili e più esposte alle infiammazioni ed ai sanguinamenti, a causa della ridotta quantità di collagene prodotto, di cui sono in gran parte costituite, anche la guarigione sarà meno rapida.
  5. In molti soggetti si verificano episodi ricorrenti di epistassi, ovvero la rottura dei piccoli vasi sanguigni che si trovano nel naso, la riduzione di questa vitamina rende vene e capillari più fragili e più soggetti a rottura e sanguinamento.
  6. Le ferite stentano a guarire a causa della ridotta produzione di collagene che rafforza il tessuto cicatriziale, sanarle richiede più tempo ed il periodo di sanguinamento aumenta.
  7. Anche la formazione di ematomi o di lividi che stentano a scomparire può essere un campanello d’allarme, la parete interna dei vasi sanguigni è in gran parte formata da collagene, una minor quantità può renderli più deboli.
  8. Nel caso di carenza di vitamina C non solo ne risente il corpo, ma anche la psiche, il soggetto è più incline alla stanchezza, spesso accompagnata da malumore se non depressione, consumare alimenti ricchi di vitamina C contribuisce ad aumentare le forze e ridurre gli stati ansiosi.
  9. Nei casi più gravi i soggetti sono affetti da scorbuto, una patologia molto seria che coinvolge tutto l’organismo, i sintomi principali sono infiammazioni, sanguinamento gengivale, anemia grave, se trascurata nel tempo può portare sino alla morte.

Se sospetti di avere una carenza di vitamina C rivolgiti subito al tuo medico. Per prevenire questo problema, segui una dieta varia ed equilibrata e prova ad assumere degli integratori alimentari, come questo.

Leggi anche:

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

14 − 11 =