lavorare troppo fa male

Lo dicono tutti: lavorare troppo fa male. E la scienza questa volta conferma: il troppo lavoro può causare dei grossi problemi al corpo ed alla mente. In parole povere lavorare troppo fa davvero male alla salute.

Perché lavorare troppo fa male alla salute?

In alcuni casi è la durata del lavoro a essere pesante: per esempio se tocca fare continuamente straordinari o lavorare anche nel fine settimana, può essere pesante. Anche il lavoro troppo intenso (esempio lavoro in fabbrica) può danneggiare il fisico.
In altri, invece, causa psicologicamente un forte stress perché non ci si sente sufficientemente in grado di reggere il lavoro che c’è da fare, ci si sente troppo inferiori per una certa mansione.
Insomma, il sovraccarico di lavoro, sia fisico che mentale, può causare dei problemi dal punto di vista (oltre che lavorativo) anche della psiche e del fisico.

In che modo il lavoro può impattare sulla salute?

Rendendo una persona troppo nervosa, irascibile, depressa, insomma con uno stato d’animo che non concilia certamente la vita e il lavoro stesso, facendo ricadere in un vortice senza fine.
Ma anche la sindrome da stress può colpire un lavoratore, causando panico, rabbia ed ira, depressione, stato di ansia, tendenza a piangersi addosso al posto di cercare di risollevarsi. Anche questa situazione è problematica e di sicuro non fa bene allo stato del cervello.

Le conseguenze fisiche possono essere nell’aumento del cortisone nel sangue, un ormone che mantiene la persona perennemente attiva. Lo stress eccessivo può aumentare il livello di glucosio, può dare sintomi come mal di testa, sensazione di stare male quando si deve andare al lavoro, crampi allo stomaco, sofferenza mentale. Anche ipertensione e anomalie cardiache possono essere correlate allo stress. Insomma, è sempre meglio evitare che il lavoro possa causare così tanti problemi a livello fisico.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:
Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × uno =