Home Gli Speciali Se si formano onde quadre nell’oceano, togliti di mezzo velocemente e allontanati

Se si formano onde quadre nell’oceano, togliti di mezzo velocemente e allontanati

284
0
onde-quadre

Il potere e la forza della terra non smettono mai di ricordarci quanto sia affascinante il nostro pianeta. Tuttavia, alcuni fenomeni per quanto meravigliosi, possono essere pericolosi. Uno di questi è senza dubbio quello delle “onde quadre” che è possibile osservare nell’oceano.

Il fenomeno delle “onde quadre”

Le onde quadre sono un fenomeno naturale che nasconde un pericolo e che ci ricorda che è più prudente ammirarle da lontano senza cedere alla tentazione di avvicinarsi. Esse sono disegnate dalla forza della natura in mezzo all’oceano. Infatti, se questo fenomeno noto a surfisti e navigatori colpisce per il suo aspetto insolito ed affascinante, potrebbe rappresentare un pericolo per bagnanti e vacanzieri a seconda dell’intensità delle mareggiate. Queste onde dai motivi sorprendentemente geometrici, disegnano una sorta di scacchiera sulla grande distesa d’acqua. Lo schema che risulta dall’incrocio delle onde è chiamato “onde quadre” e offre uno spettacolo ammirevole che i turisti non mancano di fotografare.

Da cosa sono causate?

Generalmente, le onde quadre si verificano quando un clima particolarmente mutevole si scontra con quello che viene chiamato il “fronte atmosferico” post-depressione. Questo fenomeno meteorologico si verifica quando interagiscono masse d’aria di diversa temperatura, umidità e densità. Prima che sorga questa manifestazione della natura, le onde da un lato iniziano a diffondersi in una direzione fino a incrociarsi con altre onde provenienti da un’altra direzione.

È così che si forma l’onda quadra ed è nel mezzo di questa reazione che sta il pericolo. I bagnanti dovrebbero quindi astenersi dall’avvicinarsi, soprattutto quando il moto ondoso è forte. Se un bagnante si trovasse in mezzo a queste onde quadre potrebbe, infatti, avere difficoltà a combattere le correnti.

Il fenomeno delle onde quadre va comunque messo in prospettiva. Secondo il quotidiano The Guardian, non sembra essere poi così pericoloso. Sebbene il pericolo intrinseco del fenomeno rimanga, non tutte le onde quadre sono così intimidatorie. E per una buona ragione , fintanto che misurano meno di un metro, non raggiungono mai un livello di pericolo preoccupante. In compenso, bisogna prestare comunque attenzione alla sabbia perché se in essa si vedono dei buchi mentre si nuota o anche mentre si cammina con la bassa marea, si dovrà agire con cautela, facendo attenzione in particolare a non nuotare allontanandosi.

Infatti, sono le masse d’acqua in movimento che causano la formazione di questi buchi nella sabbia. Ciò significa che lo scavo del terreno è causato dalla corrente creata dalle famose onde. In tal caso, sarebbe meglio tornare sulla costa e avvisare gli altri bagnanti.

Il pericolo

Molti navigatori hanno cercato di combattere il fenomeno vedendo la loro nave impotente contro la forza delle onde. E questo valeva anche per le navi più grandi. Difficilmente possiamo, quindi, immaginare quale sarebbe lo scenario se ad affrontarlo fosse un nuotatore.

Leggi anche:

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitter Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

quattro × 4 =