Home Home La depressione sorridente: quando fuori sembri felice, ma dentro stai male. I...

La depressione sorridente: quando fuori sembri felice, ma dentro stai male. I sintomi e la cura

1272
0
depressione sorridente

Ci sono molte facce della depressione che solo pochi conoscono. Essere depressi non significa, infatti, essere sempre affranti o apatici. Esiste un altro volto di questa patologia: la depressione sorridente.

Soffrire di depressione sorridente vuol dire indossare una maschera che ti fa sembrare felice agli occhi degli altri, anche se dentro di te ti senti morire.

Secondo TheConversation, il termine più giusto per definire questo stato  è ‘depressione atipica’. Chi ne soffre sembra felice ed appartenente non ha motivi per cui sentirsi depresso, eppure dentro di sé non è affatto felice.

Anche se se ne parla davvero poco, sempre più persone soffrono di questa malattia emotiva. Si stima, infatti, che colpisca tra il 15 e il 40% della popolazione e che i primi sintomi compaiono sin da giovani. E’ una malattia che colpisce persone normali ed attive che non manifestano la propria inquietudine interiore, anche se fanno davvero fatica ad affrontare la propria condizione.

Quali sono i sintomi della depressione sorridente?
Loading...

Le persone che soffrono di depressione atipica si sentono senza speranza, tuttavia a volte hanno dei picchi di positività generati da esperienze particolarmente gratificanti come riconoscimenti o promozioni sul lavoro. Tuttavia questi momenti di positività tendono a dissolversi nel nulla, non appena si verifica una situazione negativa. 

Le persone che soffrono di questo disturbo hanno, inoltre, difficoltà a gestire le critiche e i rifiuti ed amano dormire molte ore per evitare di pensare e deprimersi.

Nei momenti di difficoltà chi soffre di depressione può avere pensieri suicidi. Ecco perché è importante offrire tutto il proprio supporto alle persone che ne soffrono.

Come affrontare la depressione sorridente

Comprendere di avere questo problema di salute è il primo passo verso la risoluzione. Chi ne soffre tende a negare la sua condizione in quanto in cuor suo sa di avere un problema, ma non riesce ad ammetterlo ed accettarlo. In questo modo si finisce per sottovalutare il problema e restare intrappolati al suo interno.

Il secondo passo per fuggire dalla depressione consiste nell’attuare delle strategie atte a diventare più positivi. Lo sport, la meditazioni e le attività solidali possono essere d’aiuto a sbloccare la situazione in quanto consentono di concentrarsi su se stessi e capire quali sono le cose importanti della vita.

Leggi anche:

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

uno × 1 =