tacchi alti

Tra le donne e i tacchi alti c’è un rapporto complicato. Amore e odio sono i sentimenti che lo contraddistinguono. Belli da vedere, ma altrettanto scomodi da portare, i tacchi sono un po’ la croce e la delizia di ogni donna. Si sa, amiamo le scarpe con i tacchi, ma poi chi le porta? Ci slanciano, sono sexy ed eleganti, ma purtroppo indossarli è un po’ una tortura. Per questo molte donne si chiedono se esistano degli stratagemmi, dei trucchetti che facciano diventare meno dolorosi i nostri amati-odiati tacchi alti e tutte le scarpe in generale.

D’ora in poi portare i tacchi alti non sarà più doloroso!

1. Talco profumato

Il talco oltre a donare un buon odore alla scarpa, aiuterà il piede ad aderire meglio al suo interno. In questo modo, si eviteranno ferite ai piedi.

2. Nastro bi-adesivo

Il nastro serve ad evitare che il piede si muova all’interno della scarpa.

3. Crema idratante

Idratare i piedi con una buona crema li proteggerà dai danni dello sfregamento.

4. Solette

Anche le solette aiutano a far aderire meglio il piede alla scarpa.

5. Occhio alla suola delle scarpe

Graffiando la suola della scarpa con della carta vetrata eviterai di scivolare.

tacchi alti

6. Calze umide

Quando indossi delle scarpe nuove, non usare mai calze asciutte. Le calze umide ti aiuteranno a stare più comode.

7. Assorbenti

Gli assorbenti un po’ come le suolette, rendono più comode le scarpe.

8. Evita di stare ferma per troppo tempo

Stare in piedi senza muoverti può essere davvero doloroso.

9. Cerotti

Un bel cerotto dietro al piede può evitare i fastidiosissimi tagli.

10. Borse d’acqua congelata

Due borse d’acqua congelata possono aiutarti a far allargare le scarpe che ti stanno un po’ strette.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

PUBBLICITANB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche. Pertanto non devono intendersi come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o la sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire in alcun modo il parere di un medico generico o specialista. L’utilizzo delle informazioni fornite è da intendersi sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 − dieci =