Home Alimentazione Un neurologo ha scoperto quali alimenti possono aumentare il rischio di Alzheimer...

Un neurologo ha scoperto quali alimenti possono aumentare il rischio di Alzheimer e quali diminuirlo

2787
0
rischio di alzheimer

Il dottor David Perlmutter uno dei più famosi neurologi degli Stati Uniti ha individuato quali sono gli alimenti che possono aumentare il rischio di Alzheimer.

Carboidrati e salute mentale

L’autore del bestseller “La dieta della mente: l’incredibile verità sul glutine e carboidrati” ha, infatti, scoperto che una dieta ricca di carboidrati è altamente dannosa per il cervello.

Secondo lo specialista, consumare troppi carboidrati, aumenta le probabilità di soffrire di demenza fino al 90%. Queste affermazioni sono il risultato di uno studio condotto con volontari che consumavano regolarmente carboidrati.

Il consumo eccessivo di carboidrati fa sì che il corpo non sia in grado di gestire i livelli di insulina, rendendo il cervello più lento e rallentando l’attività sinaptica.

Ciononostante secondo il neurologo, il danno causato da un consumo eccessivo di carboidrati ed in particolare di zuccheri non si limiterebbe solo al cervello. Questa cattiva abitudine sensibilizza, infatti, il sistema immunitario e promuove l’infiammazione.

Ecco quali alimenti possono aumentare il rischio di Alzheimer e quali diminuirlo

Il dottor Perlmutter mette in guardia: i cibi transgenici creano proteine ​​che non sono mai state trovate in nessun grano o cibo naturale, quindi i cereali transgenici hanno un doppio impatto sul sistema immunitario. Da una parte causano le allergie alimentari, dall’altra danneggiano il cervello.

Il nostro cervello ha, infatti, bisogno di cibi sani che non siano OGM. Di conseguenza sarebbe bene ridurre le quantità di carboidrati ed aumentare quelle di grassi sani.

Tra i migliori cibi ricchi di grassi sani, lo specialista consiglia: il burro biologico di latte non pastorizzato, il burro chiarificato, il kefir, lo yogurt naturale, le olive, l’olio extravergine di oliva, l’olio extra vergine di cocco, le noci, le uova, il salmone selvatico e l’avocado.

Riassumendo, per preservare la propria salute mentale bisogna:

1. Ridurre il consumo di carboidrati, inclusi zuccheri e cereali.

2. Aumentare il consumo di grassi sani.

3. Aumentare l’assunzione di grassi omega 3 e ridurre il consumo di grassi omega 6.

PUBBLICITAAbbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

quattordici + 2 =