Home Bellezza Microblading: la nuova tendenza per sopracciglia glamour

Microblading: la nuova tendenza per sopracciglia glamour

470
0

Le sopracciglia, troppo spesso sottovalutate, rivestono una grande importanza nell’estetica del nostro viso. Quest’ultime, infatti, bilanciano l’espressioni del volto, valorizzano lo sguardo ed infine armonizzano i lineamenti. Ecco perché ogni donna sogna di avere delle sopracciglia glamour sempre perfette e curate. Ma qual è il segreto della perfezione? Se madre natura non ti ha donato delle sopracciglia folte, non disperare! Per migliorare il loro aspetto puoi ricorre a tatuaggi permanenti o semipermanenti (microblading). 

Sopracciglia glamour: ecco le forme più trendy

Quando si parla di sopracciglia, la prima cosa da fare quando si pensa ad una trasformazione, è individuare la forma perfetta. Ecco tra quali segliere:

  1. Ali di gabbiano: sono consigliate per un viso dai lineamenti morbidi.
  2. Curve: donano un aspetto dolce ad un viso con mento, naso o fronte importante.
  3. Dritte: mettono in risalto gli occhi grandi.
  4. Folte e spesse: sono perfette per chi ha un viso squadrato.
  5. Sottili: sono perfette per un viso piccolo dai lineamenti delicati.

Microblading o tatuaggio permanente?

Una volta individuata la forma che fa al caso proprio, bisogna capire come migliorare l’aspetto delle proprie sopracciglia. Sarà meglio un tatuaggio o il microblading?

Il tatuaggio permanente sulle sopracciglia, come ogni altro tipo di tatuaggio viene realizzato mediante l’utilizzo di aghi. Il microblading è, invece, una nuova tecnica che aiuta a riempire e modificare la forma delle sopracciglia attraverso l’impianto di un pigmento dopo la creazione di alcune incisioni nella pelle attraverso l’uso di piccole lamette. Il trattamento si articola in due fasi: nella prima seduta si ridisegnano e rimpolpano le sopracciglia, mentre nella seconda seduta (solitamente dopo 4 settimane) si potenzia l’effetto della prima seduta e si ridefinisce la forma.

La differenza tra i due tipi di trattamento consiste nel fatto che il primo viene realizzato utilizzando una pistola per tatuaggi, mentre il secondo prevede l’utilizzo di una penna che ha sulla punta una piccola lama costituita da micro aghi che penetrano a media profondità assicurando un disegno più preciso e realistico.

In ragione di questo, il secondo tipo di trattamento è molto meno doloroso del primo o meglio quasi indolore.

Quanto dura il tatuaggio semipermanente?

Il tatuaggio semipermanente, a differenza di quello permanente, può sbiadire. Cionostante non scomparirà mai completamente. L’effettiva durata del tatuaggio non dipende tanto da chi lo esegue, ma dal nostro stile di vita. Esistono, infatti, dei fattori che ne provocano lo sbiadimento: l’esposizione ai raggi UV, l’uso di prodotti per la cura della pelle che contengono sostante acide, l’assunzione di farmaci e la qualità dell’inchiostro utilizzato durante il trattamento.

Ecco perché per preservare l’aspetto delle proprie sopracciglia, sarebbe utile sottoporsi periodicamente ad un trattamento.

L’ideale sarebbe rifare il microblading ogni tre-cinque anni. Ciononostante, se avete qualche soldino in più e tanta voglia di avere le ciglia sempre in ordine, potete “fare il tagliando” una volta all’anno.

Se il mondo delle sopracciglia glamour ti affascina, non perdere un’occasione professionale importante: segui un corso di microblading e diventa anche tu una professionista del settore. Quella che oggi ti può sembrare una semplice passione, domani potrebbe trasformarsi in un vero e proprio lavoro.

Ringraziamo ONYX Academy per averci fornito il materiale e le foto per la pubblicazione di questo articolo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

18 − tre =