Home Gli Speciali Come affrontare il rientro a scuola dopo le vacanze

Come affrontare il rientro a scuola dopo le vacanze

4094
0

Tra pochi giorni l’estate, il sole ed il mare saranno soltanto un lontano ricordo. E, così, milioni di studenti al suono della campanella ritorneranno tra i banchi di scuola. Il rientro a sarà traumatico un po’ per tutti! Da una parte ci sono gli alunni che devono riabituarsi a svegliarsi presto, preparare lo zaino, studiare e conciliare i momenti di studio e gioco. Dall’altra i genitori, sempre più presi dai propri impegni e da quelli dei bambini/ragazzi. In effetti, tornare a scuola non è semplice per nessuno. Be’ neppure per gli insegnanti, per dirla tutta. Ecco perché oggi abbiamo deciso di consigliarvi 8 tattiche per rendere il rientro a scuola meno traumatico per tutti.

Ecco come rendere più semplice il rientro a scuola dopo le tanto amate vacanze:

1) Per non arrivare impreparati al suono della sveglia, bisogna esercitarsi.

Per evitare che i vostri figli facciano i capricci il primo giorno di scuola, sarà utile iniziarli a farli alzare presto sin dalla settimana precedente, in questo modo riprenderanno il ritmo ed il primo giorno di scuola svegliarsi in orario sarà una passeggiata. Il rientro a scuola non è mai stato così facile!

2) Pensare ai lati positivi della scuola.

Per chi ama studiare il rientro sarà traumatico, ma non troppo. Per i più pigri lo sarà ancor di più, ecco perché bisogna trovare dei motivi positivi per cui avere voglia di tornare tra i banchi di scuola. Gli amici sono, senza dubbio, il motivo numero uno. 

3) Chi ben comincia è già a metà dell’opera.

Per non dimenticare nulla, sarà bene preparare lo zaino con qualche giorno d’anticipo. Il necessario per un primo giorno di scuola da leoni? 3 o 4 quaderni, il diario e l’astuccio con penne e colori.

4) Munirsi di etichette.
Loading...

Affinché i bambini evitino di smarrire i propri oggetti personali a scuola sarà bene iniziare ad utilizzare delle etichette. Vi suggeriamo di dare un’occhiata al pack “Back to School” firmato Stikets: ben 142 etichette con cui identificare oggetti, vestiti, scarpe e l’intero corredo scolastico. Le lettrici di DidiDonna hanno un motivo in più per usarle! Fino al 31 ottobre potrete acquistare le vostre etichette personalizzate Stikets con uno sconto del 7%. E’ semplice! Basta inserire il codice: DIDONNA7. Copialo, incollalo ed effettua il tuo ordine!

5) Un ripasso non fa mai male.

Se lo scorso anno non è andata benissimo, un ripasso sarà d’obbligo. In questo modo sarà possibile recuperare le nozioni perse ed abituarsi a studiare più velocemente. E, se il tuo bambino ha bisogno di un aiutino, non negarglielo!

6) Anche l’occhio vuole la sua parte.

Utilizzare un look appropriato depone sempre a favore dello studente. Anche se fuori fa caldo, se la scuola ha un dress code, quest’ultimo va rispettato.

7) Arrivare puntuali.

Che i ritardatari siano i figli o i genitori, con l’inizio dell’anno scolastico sarà bene mettere da parte questa cattiva abitudine ed iniziare ad arrivare a scuola in anticipo o quantomeno in orario. L’ideale è arrivare cinque minuti prima del suono della campanella. 

8) L’importante è iniziare.

Dopo una sola settimana, studenti e genitori avranno già preso il ritmo a pieno regime!

Per approfondire:

In questo articolo vi abbiamo suggerito una strategia per evitare che i vostri figli smarriscano gli oggetti. Sapete quali sono gli effetti personali che i bambini/ragazzi perdono più facilmente:

  1. I vestiti. Proprio così! Sembrerà strano, ma nel cambiarsi per andare in piscina, palestra o in un laboratorio scolastico molti bambini smarriscono o scambiano i propri vestiti con quelli degli altri bambini. Utilizzando delle etichette termoadesive, non correrete più questo rischio. Help! Quando li laverò cosa succederà? Nulla! Sono resistenti alla lavatrice e all’asciugatrice.
  2. Colori, libri, quaderni & Co. Soltanto un’etichetta può salvarvi dal dover ricomprare i libri o i pennarelli dopo una sola settimana di scuola. Provare per credere!
  3. Le scarpe. In un mondo in cui tutti indossiamo le stesse cose è facile trovare due bambini con lo stesso paia di scarpe. Grazie alle etichette per scarpe le mamme non avranno più l’imbarazzo di dover riconoscerle tra tante.
  4. Zaini e bagagli.  Durante una gita scolastica perdere lo zaino può diventare semplice. Scrivere il proprio nome con l’indirizzo e il numero di telefono è la strategia per ritrovarlo anche a distanza di tempo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

18 + quindici =