1
Lug
2016
0

Disidratazione bambini: sintomi e cure

Disidratazione bambini: le cause

La disidratazione nei bambini può derivare da: vomito, diarrea o scarsa assunzione di liquidi. Al contrario di come si pensa, solo raramente, una sudorazione eccessiva può essere alla base della disidratazione. I neonati e i bambini molto piccoli hanno molte più probabilità di disidratarsi rispetto ai bambini di età superiore o agli adulti in quanto possono perdere liquidi molto rapidamente.

Disidratazione bambini: i sintomi

  • Occhi infossati
  • Diminuzione della frequenza della minzione
  • Niente lacrime quando il bambino piange
  • Secchezza delle mucose
  • Sonnolenza
  • Irritabilità
Disidratazione bambini: quali sono i rimedi casalinghi più efficaci?
Acqua

Il modo migliore per prevenire e curare la disidratazione è quello di bere molta acqua.

Mangiare frutti ricchi di acqua

Fragole, meloni , angurie e banane sono alcuni esempi di frutti ricchi di acqua. Per regolarizzare i livelli degli elettroliti nel corpo è consigliabile aggiungere un pizzico di sale e uno di zucchero alla frutta o al succo di frutta da dare al bambino.

Verdure fresche

Cetrioli, pomodori, zucchine e melanzane sono esempi di verdure ricche di acqua. Quest’ultime sono ottime per regolarizzare i fluidi corporei livelli.

Latte di cocco

Grazie all’elevato contenuto di potassio e di ferro, l’acqua di cocco aiuta a ristabilire l’equilibrio elettrolitico.

Sale

Il consumo di cibi salati aiuta a regolarizzare l’equilibrio elettrolitico del corpo. Aggiungere un pizzico di sale all’acqua aiuterà a combattere gli effetti negativi della disidratazione.

E’ bene precisare che un bambino affetto da disidratazione va comunque fatto visitare da un pediatra e che i rimedi naturali presentati all’interno del seguente articolo non vogliono essere un sostituto della cura prescritta, ma dei semplici consigli volti alla correzione del regime alimentare.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

30
Giu
2016
0

Reflusso gastrico: quali sono i rimedi naturali?

Quando si raggiunge una certa età, lo sfintere esofageo inferiore che chiude il passaggio tra l’esofago e lo stomaco perde il suo tono e per questo si inizia a soffrire di reflusso gastrico ed acidità.

I sintomi del reflusso gastrico

Il reflusso gastrico è un problema di salute molto comune che è caratterizzato da un forte bruciore di stomaco e da una sensazione di infiammazione dietro lo sterno che, talvolta, arriva fino alla gola. A volte può capitare che il dolore sia così forte che le persone lo confondono con un attacco di cuore.

Reflusso ed iperacidità

Poichè questo problema potrebbe essere causato da un accumulo di acido nello stomaco, spesso viene consigliato di prendere farmaci che bloccano l’acidità. Tuttavia diversi studi hanno dimostrato che in alcuni casi il reflusso gastrico si verifica anche quando lo stomaco contiene poco acido. Tenendo conto di ciò, gli inibitori della pompa protonica tendono ad aggravare questo disturbo e a far aumentare il dolore.

I rimedi naturali

Per controllare l’acidità e reflusso gastrico senza farmaci, ci sono rimedi naturali che hanno mostrato risultati positivi. Oggi parleremo di queste soluzioni naturali per combattere l’acidità e il reflusso gastrico.

Aceto di mele

Bere un bicchiere di acqua e aceto di mele vi aiuterà a incrementare il livello di acido presente nel vostro stomaco e a combattere il reflusso.

Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio aiuta a neutralizzare gli acidi nello stomaco, soprattutto quando si ha una sensazione di bruciore a causa di reflusso gastrico. Affinchè sia efficace basterà sciogliere mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio in un bicchiere d’acqua e berlo immediatamente. Vi consiglio di non assumerlo regolarmente, ma berlo solo quando il dolore diventa insopportabile.

Aloe vera

Il succo di aloe vera ha proprietà che riducono l’infiammazione dello stomaco e alleviano i sintomi del reflusso gastrico. Bere mezzo bicchiere di succo di aloe vera prima di ogni pasto vi aiuterà a prevenire questi sintomi. E ‘importante notare che questa bevanda ha proprietà lassative, quindi non eccedete nel consumo.

Zenzero

Lo zenzero è un potente gastro-protettore. Uno studio del 2007 ha dimostrato che questo ingrediente è fino a 8 volte in più rispetto al Lansoprazolo e per questo è molto effiace per la prevenzione delle ulcere. Per usufruire delle sue proprietà, basterà prepare una tisana allo zenzero. Clicca qui per la ricetta.

Qualche consiglio sull’alimentazione

Per combattere l’acidità e ripristinare l’equilibrio gastrico funzionamento naturale è importante mangiare molta verdura e alimenti di buona qualità, preferibilmente biologici. Inoltre è consigliabile mangiare cibi fermentati per bilanciare la propria flora intestinale e combattere l’acidità.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

29
Giu
2016
0

#Talentiinerba: Il Viaggio di Giulia Guarnaccia

E’ con vero piacere che vi presento una scrittrice giovane, ma molto promettente: Giulia Guarnaccia. Conosciuta anche come Angelo Bianco, Giulia è autrice di svariati racconti nonchè collaboratrice di Artpoetry. Oggi vi presentiamo uno dei suoi lavori più belli: Il viaggio. Buona lettura!

“A volte, ciò che non riesce a percepire la mente umana, può sconvolgere la tua intera esistenza …”

Londra, ai giorni nostri.

Anthony è un bravo ragazzo, sveglio, ama comporre musica, ma per vivere deve fare tutt’altro; nulla gli è stato regalato, ha dovuto sudare per diventare un uomo.

Anthony nasce nel Dicembre del ’78, da famiglia umile, ma compatta e di sani principi; all’età di vent’anni, si reca fuori città: ama la musica, ma poco dopo ritorna, con in tasca solo un pugno di sogni, deluso e si accontenta di fare da aiutante nell’officina del padre, molto realista e poco propenso ad inseguire i sogni.

Anthony ora ha 38 anni, è rimasto un ragazzo semplice, un bravo meccanico, ma, in testa ancora, ha tanti sogni.

Piove, è un giorno di Novembre come tanti, Anthony sale in auto, si avvia verso casa, ha appena chiuso l’officina, il padre gli siede accanto, parlano del più e del meno, scherzano, sorridono.

Sono stanchi, oggi è stata una giornata dura.

Anthony sta per svoltare per un viale alberato, il vento gelido che entra dal finestrino gli appanna gli occhiali, è miope, ma ci vede tutto sommato.

Ad un tratto sente addosso un’agitazione strana, quasi sentisse l’avvicinarsi di qualcosa che non conosce; poi, un urlo improvviso, un tonfo: Anthony perde i sensi, l’auto si ribalta e cade in un fossato.

“Aiuto, aiuto!!!

Qualcuno ci aiuti!!!”

Grida il padre sanguinante.

Guardando il figlio al suo lato, col capo chino che non dava più segni di vita

“Aiutateci!!!

Mio dio … Anthony, Anthony, rispondi figlio mio …

Parlami ti prego!!!”

Il padre lo scuote, lo abbraccia, piangendo col cuore addolorato.

Arriva un ambulanza, Anthony e suo padre vengono prelevati dall’auto, miracolosamente pochi minuti prima che prendesse fuoco e divampassero le fiamme.

L’ambulanza corre, il suo suono echeggia, quasi fosse un lamento in ogni dove; arrivano in ospedale, il padre ha solo qualche graffio, ad Anthony, purtroppo, viene riscontrato un trauma celebrale.

Sono trascorsi 7 giorni dall’incidente, Anthony è in coma profondo, è assente.

Sembra dormire.

 

Sono le otto di sera, al capezzale del suo letto, mamma Lucy, gli accarezza il viso, gli parla amorevolmente, convinta che il figlio la possa sentire

“Anthony, figlio mio, io sono qui.

La mamma non ti lascia solo.

Svegliati amore, guardami, torna dalla tua mamma!”

e così dicendo, si asciuga gli occhi, rossi e pieni di lacrime.

Lacrime amare, lacrime di mamma, lacrime che nessuno può asciugare.

Il padre è lì seduto, su di una sedia poco distante, si tocca il petto, quasi si sentisse in colpa col figlio

“Figlio mio, perdonami, avrei dovuto esser io su quel letto!!

E invece ci sei tu ed io, non posso far nulla, nulla!

Mi sento un uomo distrutto …”

queste le parole di Harry, mentre con le mani nasconde il viso ed il suo pianto.

Arriva un infermiere, controlla i macchinari ai quali Anthony è attaccato e che lo tengono ancora in vita; poi, rivolgendosi ai suoi genitori, li invita ad uscire dalla stanza

“Signori, cortesemente, andate in sala d’aspetto, tra poco passano i dottori.

Per qualsiasi cosa, potete rivolgervi a me. Il mio nome è Luis, ho il turno di notte e resterò a vegliare vostro figlio fino a domani.”

 

Anthony non è cosciente, si trova altrove.

La sua anima vaga tra luccichii di stelle, segue una luce, sente che deve andare; d’un tratto, una porta gli si apre davanti, quasi lo invitasse ad entrare. Tutto intorno a lui lo rassicura: una dolce melodia, mai sentita, lo rende calmo, lo fa rincuorare.

Ad un tratto comincia un viaggio ancestrale, il suo essere solo spirito, lo rende indenne ai ricordi del mondo, lo fa stare bene.

Un essere di luce, vestito di bianco, lo invita a seguirlo: è leggero come l’aria, non sa cosa sia, ma sente di potersi fidare.

Arrivano su di una vallata, esseri di luce, fiori dai mille colori e profumi, bimbi che giocano, prati verdi e immensi: tutto intorno a lui è un incanto e nulla lo fa più pensare alla vita passata.

Ad un tratto si volge al suo lato e vede un essere imponente che emana amore e pace, vestito di bianco, capisce che Egli è l’Onnipotente e s’inginocchia, pieno di gioia e ne bacia il manto

“Padre Santo, tienimi qui con te, fammi restare.”

Anthony parla con Dio, chiede di tenerlo lì con sé.

Sente una pace ed una gioia, mai provata infondo al cuore.

Dio lo guarda teneramente, ma non può, lo deve rimandare indietro, alla sua vita, ai suoi cari, ancora non è arrivato il suo momento.

Lui capisce e lo implora di non mandarlo via, ma ad un tratto, sente un doloroso pianto, uno straziante lamento che arriva dal mondo che sta rinnegando: è sua madre che lo chiama.

Lui la riconosce e grida

“Madre, madre, non piangere, io …

… io sono qui, non sto morendo …”

La madre era in lacrime e col capo chino sul suo petto, alza la testa, incredula e vedendo Anthony che la sta a guardare, lo stringe al cuore, come fosse appena nato

“Anthony, figlio mio …

Dio mi ha ascoltata!!

Gioia mia, sei tornato, sei tornato dalla tua mamma!”.

 

Sono passati dieci anni da quel giorno.

Adesso Anthony ha una famiglia, dei figli e compone musica nel suo tempo libero; ma ancora, a distanza di anni, si domanda chi fosse quell’essere di luce che lo guidò verso Dio: era una figura di donna, giovane, coi capelli color del sole.

È pomeriggio inoltrato, Anthony è seduto alla sua tastiera, la porta si apre, sua moglie Caroline entra, ha in mano una lettera, non sa di chi sia, sopra c’è scritto solo ‘PER ANTHONY’. Caroline e lui si guardano, non sanno cosa pensare.

Anthony prende coraggio e apre la lettera: dentro, solo una foto, una foto di donna, con sopra una frase, un nome

‘Io sono Julienne, l’Angelo Bianco’

Anthony, rimane in silenzio, aveva capito: era lei, l’angelo che nel suo viaggio ancestrale, lo aveva accompagnato, col suo vestale bianco.

 

È vero …

‘A volte, ciò che non riesce a percepire la mente umana, può sconvolgere la tua intera esistenza.’

A Giulia vanno i nostri complimenti e un grande in bocca al lupo per il futuro. Chissà che le nostre strade non si incrocino di nuovo!

Se anche tu sei un giovane scrittore o scrittrice, come Giulia Guarnaccia, invia una mail a: italia.imbimbo@dididonna.it e proponici il tuo racconto. La tua storia potrebbe essere pubblicata nella nostra sezione Talenti in erba.

Se questo racconto ti è piaciuto, leggi anche:

29
Giu
2016
0

8 buoni motivi per bere acqua di cocco

Negli ultimi tempi, l’acqua di cocco è diventata una bevanda molto alla moda. Dietro questa tendenza si nascondono diversi fattori: è gustosa, rinfrescante e in più contiene sostanze nutritive importanti che la rendono ricca di proprietà benefiche.

Scopriamo insieme gli 8 benefici per la salute dell’acqua di cocco:

1.L’aqua di cocco è estratta dalle noci di cocco e non necessita di alcuna lavorazione, per questo si configura come una bevanda genuina composta per il 94% di acqua. Questa particolare acqua non va confusa con il latte di cocco in quanto si tratta un prodotto naturale che viene estratto dal cocco mentre il latte è una creazione dell’uomo. Il latte di cocco viene prodotto aggiungendo dell’acqua al cocco grattugiato.

Una tazza di acqua di cocco da 250 grammi contiene 46 calorie, nonché:

Carboidrati: 9 grammi.
Fibra: 3 grammi.
Proteine: 2 grammi.
Vitamina C: 10% della RDI.
Magnesio: il 15% della RDI.
Manganese: il 17% della RDI.
Potassio: il 17% della RDI.
Sodio: 11% della RDI.
Calcio: 6% della RDI.

2. Ha forti proprietà antiossidanti in quanto migliora lo stress ossidativo e contrasta la formazione di radicali liberi.

3. Può avere benefici contro il diabete: la ricerca ha dimostrato che l’acqua di cocco può abbassare i livelli di zucchero nel sangue e migliorare altri indicatori di salute.

4. Può aiutare a prevenire i calcoli renali: bere liquidi a sufficienza è importante per la prevenzione di calcoli renali. Uno studio ha dimostrato che questa particolare acqua può essere migliore delle altre nel combattere questo disturbo.

5. Bere acqua di cocco può essere utile per ridurre il rischio di malattie cardiache.

6. E’ un’ottima bevanda per mantenere la pressione sanguigna sotto controllo.

7. L’ acqua di cocco è la bevanda ideale per ripristinare l’idratazione e il reintegro degli elettroliti persi durante l’esercizio fisico.

8. Questa acqua, a differenza delle altre, è leggermente dolce e ha un leggerissimo sapore di nocciola, in più contiene pochissime calorie e carboidrati.

È inoltre possibile acquistare l’acqua di cocco in bottiglia presso i negozi di alimentari oppure estrarla direttamente dalle noci di cocco. Se avete intenzione di autoprodurre acqua di cocco vi consiglio di conservare il cocco in frigo e consumarlo entro 2/3 settimane dall’acquisto.

Se, invece, avete intenzione di acquistarla assicuratevi di leggere la lista degli ingredienti per verificare che si tratti di acqua di cocco al 100%. Alcune marche, infatti, contengono l’aggiunta di zucchero o aromatizzanti.

L’acqua di cocco è un’ottima bevanda ma si presta bene anche ad essere utilizzata in frullati, budini ai semi di chia, salsa vinaigrette, plumcake allo yogurt o come sostituito dell’acqua normale quando si vuole un po’ di dolcezza naturale al dolce che si sta preparando.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

30 incredibili usi dell’olio di cocco

Disidratazione bambini: sintomi e cure

Rimedi contro le zanzare, naturali ed efficaci

28
Giu
2016
0

Proprietà delle ciliegie: benefici e calorie

Conoscete tutte le proprietà delle ciliegie e le loro controindicazioni? Scopriamole insieme!

Le ciliegie hanno proprietà:

  1. Antinfiammatorie.
  2. Disintossicanti.
  3. Diuretiche.
  4. Depurative.
  5. Drenanti.

In più:

  1. Contengono pochissime calorie.
  2. Sono amiche della pelle.
  3. Le antocianine, che contengono, conferiscono loro proprietà antinfiammatorie.
  4. Contengono la melatonia, quella sostanza che favorisce il sonno.
  5. Stabilizzano il colesterolo.
  6. Hanno un elevato indice di sazietà.
  7. Fanno bene al cuore.
  8. Contrastano la formazione di radicali liberi.
  9. Sono ricchi di fibre alimentari.
  10. Giocano un ruolo fondamentale nella prevenzione di tumori, invecchiamento e altre malattie.

Controindicazioni:

  1. A causa del loro forte effetto lassativo, non è consigliabile far mangiare le ciliegie a bambini al di sotto dei 3 anni.
  2. Poichè le ciliegie sono ricche d’acqua, per evitare di avere problemi digestivi, è consigliabile non bere molto dopo averle mangiate.

Curiosità:

  1. I peduncoli delle ciliegie vengono utilizzati per la preparazione di infusi con proprietà diuretiche.
  2. La polpa viene adoperata come rinfrescante per le pelli irritate.
  3. I noccioli di ciliegia non vanno ingeriti in quanto contengono una discreta quantità di cianuro. Se per sbaglio ne ingerite uno non abbiate paura, l’importante è che quest’ultimo non venga rotto. I noccioli, infatti, rilasciano cianuro solo se vengono rotti.
Dopo avervi illustrato le proprietà delle ciliegie e le loro controindicazioni, esaminiamole dal punto di vista dei valori nutrizionali.
100 grammi di ciliegie contengono:

Calorie: 63 Kcal

Acqua: 82.25 gr

Carboidrati: 16.01 gr

Grassi: 0.2 gr

Proteine: 1.06 gr

Le ciliegie, inoltre, contengono le seguenti vitamine:

Vitamina A, vitamine B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, vitamina E, vitamina K, vitamina J.

E i seguenti minerali:

Calcio, ferro, fluoro,magnesio, potassio, rame, sodio e zinco.

Se questo articolo sulle proprietà delle ciliegie vi è piaciuto, leggete anche:

 

 

DidiDonna – Un Blog sul mondo della donna

DidiDonna è un Blog d’informazione su tematiche legate all’universo femminile. Alimentazione, bellezza, salute, benessere, psicologia femminile e tanti articoli speciali firmati dalla Giornalista Italia Imbimbo.

Per restare sempre aggiornato e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna, ti suggeriamo di iscriverti alla nostra newsletter che viene inviata, con cadenza settimanale, ogni venerdì.

Seguici anche sui nostri profili social… Ci trovi su Facebook, Twitter e Google+. Clicca mi piace sui nostri articoli e, se ti va, condividili con i tuoi amici.

Nb. Per qualsiasi chiarimento sui nostri articoli e/o sulle nostre iniziative non esitare a contattarci. Puoi utilizzare:

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com