Home Gli Speciali Le tappe dello sviluppo del neonato da 0 a 12 mesi

Le tappe dello sviluppo del neonato da 0 a 12 mesi

248
0
sviluppo del neonato

Dopo avervi parlato dei nomi per bambini proibiti in Italia e nel mondo, oggi vi parleremo delle fasi successive alla nascita ovvero delle tappe dello sviluppo del neonato da 0 a 12 mesi.

Quali sono le tappe dello sviluppo del neonato nel 1° anno di vita?

Secondo i pediatri dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù il processo maturativo, motorio e cognitivo, di un neonato si articola in 4 tappe:

  1. Da 0 a 2 mesi si sviluppano le abilità visive.
  2. Da 2 a 6 mesi il neonato acquisisce capacità visive pari a quelle di un adulto, sviluppa il senso del gusto ed inizia a distinguere molte parole afferenti al linguaggio parlato.
  3. Da 6 a 9 mesi è in grado di stare in piedi da solo o con il sostegno di un adulto ed inizia a prendere coscienza delle azioni motorie più semplici come allungare la mano per prendere il biberon, afferrare i giocattoli per giocare o prendere piccoli oggetti. Inoltre in questo periodo della vita inizia a comprendere il legame tra suono e significato delle parole.
  4. Da 9 a 12 mesi inizia ad intendere il significato di parole, gesti e azioni. La memoria si sviluppa e così inizia a ricordare fatti del passato e ad avere maggiore consapevolezza. In questo periodo gattona o addirittura cammina in maniera autonoma.

I momenti di gioco sono importanti per la crescita?

Secondo pediatri ed esperti del settore, il gioco non è mai fine a se stesso. Esso ha un ruolo importante nella crescita di un neonato. L’American Psychological Association Monitor on Psychology sostiene, infatti, che giocare permette di coltivare le attività di cui i bambini necessiteranno da adulti. Da qui l’importanza di individuare i giochi giusti per ogni momento nella crescita ed in particolare nei primi due anni di vita in cui sono consigliati giochi che consentano di creare e smontare per la coordinazione oculo-motoria del neonato e stimolare il movimento. In ragione di questo, i giocattoli Fischer-Price rappresentano la scelta migliore.

Perché scegliere i giocattoli Fisher-Price?

Loading...

Innovazione, qualità, sicurezza e durata nel tempo sono le caratteristiche che contraddistinguono i giocatoli Fisher Price da 90 anni e li rendono la scelta migliore possibile. Sceglierli per lo sviluppo dei propri figli significa valorizzare il loro potenziale stimolandone l’immaginazione ed insegnando loro attività nuove, sorprendenti e divertenti che favoriscono la crescita e lo sviluppo dell’intelligenza. Il tutto, senza dimenticare la sicurezza. Ogni giocattolo viene, infatti, sottoposto a controlli rigorosi ancora più scrupolosi dei parametri stabiliti dalla legge. Basta guardare questo video per capire quanto siano attenti alla sicurezza dei più piccoli e alla durevolezza dei loro giochi. Tutte queste caratteristiche rendono i giocattoli di questa azienda, tanto innovativi quanto indispensabili sia per genitori che bambini.

Quali sono i primissimi giochi che dovrebbero accompagnare la crescita del bambino?

Esistono giocattoli e giocattoli. I primissimi giocattoli dovrebbero aiutare il bambino ad assumere consapevolezza di se stesso e sviluppare le prime abilità. In ragione di questo, il Morbido Lama Cresci con Me Fisher-Price® è tra i primissimi giochi perfetti per accompagnare un bambino durante la crescita. Quando inizia a muovere i muscoli del collo, lo sostiene dalla posizione a pancia in su a quella distesa sul pancino. Inoltre grazie alla copertina decorata su due lati con taschina e tre giocattoli (massaggiagengive, specchietto per imparare a conoscersi e sonaglino a forma di anguria), stimola il divertimento del bambino che, da piccolo esploratore, non vedrà l’ora di scoprire le immagini, i suoni e le superfici del sofficissimo amico lama.

Il lama stimola lo sviluppo di:

  •  Capacità sensoriali. Giocando il bambino ha l’occasione di toccare e mordicchiare una grande varietà di superfici che stimolano il tatto.
  • Capacità motorie di base.  Il lama sostiene il bambino nel momento in cui solleva la testa e si spinge sulle mani quando è disteso sul pancino, rinforzando i muscoli del collo e della schiena.
  • Riconoscimento della propria identità. Grazie allo specchio aiuta il bambino a sviluppare un senso di sé e rendersi conto di se stesso all’interno dello spazio.

Articolo in collaborazione con Fisher Price

Se questo articolo sulle tappe dello sviluppo del neonato vi è piaciuto, leggete anche:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

sei − uno =