mirtilli
Spread the love

In un orto sul balcone che si rispetti non possono mancare i mirtilli. Rallentano il processo d’invecchiamento, sono ricchi di antiossidanti, fanno bene alla memoria, bruciano i grassi, prevengono le infezioni urinarie e la cistite, hanno proprietà antidolorifiche e antinfiammatorie: i mirtilli sono un vero toccasana.

Se volete iniziare a consumare regolarmente questi frutti per godere di tutti i loro benefici, non potete non piantarli.

Ecco come coltivare i mirtilli nel vostro orto sul balcone:

La coltivazione di questi frutti deliziosi è più semplice di quanto possiate immaginare. Basterà munirsi di un vaso, di terreno ricco di argilla e privo calcare, di semi e di compost.

Mettete i semi in una vaschetta con del compost e ricopritela con della carta pellicola. E’ importante che il contenitore sia coperto con questo particolare tipo di carta in quanto in questo modo la temperatura e l’umidità del compost resterà costante.

Non appena le piantine inizieranno a venir fuori, trapiantatele in un vaso e procedete con l’innaffiatura. I mirtilli amano l’acqua, ma è importante non eccedere nelle quantità. Innafiarli troppo può rischiare di danneggiare la piantina e rendere più leggero il sapore dei mirtilli.

Per mantenere il terreno umido e per allontanare i parassiti dal vaso potete provare ad utilizzare del pacciamante alla base della pianta. Non appena i mirtilli raggiungeranno un colorito medio-scuro raccoglieteli pure.

I mirtilli possono essere piantati durante tutto l’anno, tuttavia si dice che il periodo migliore per piantarli è quello compreso tra ottobre e marzo. I frutti invece possono essere raccolti nel periodo compreso tra marzo e ottobre. Insomma, prima pianterete le piantine e prima inizierete a gustare questi deliziosi frutti. Che aspettate? Io vi consiglio di piantarli subito!

Se questo articolo vi è piaciuto, leggete anche:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × 2 =