Home Alimentazione Gli alimenti che combattono l’ipotiroidismo e accelerano il metabolismo

Gli alimenti che combattono l’ipotiroidismo e accelerano il metabolismo

Le alterazioni del funzionamento della tiroide sono piuttosto comuni. Quando questa ghiandola funziona troppo si parla di ipertiroidismo mentre quando funziona troppo poco si parla di ipotiroidismo. Oggi ci soffermeremo proprio sull’ipotiroidismo e sull’alimentazione consigliata a chi soffre di questo problema. 

Tutto ciò che c’è da sapere sull’ipotiroidismo

ipotiroidismoCome accennato, l’ipotiroidismo è una patologia causata da un’inefficienza della tiroide. Più nello specifico, quando questa ghiandola non riesce a sintetizzare un’adeguata quantità di ormoni tiroidei T3 e T4 si ha una riduzione di tutti i processi metabolici e, di conseguenza, si parla di ipotiroidismo.

ipotiroidismo

In che modo possiamo risvegliare la nostra tiroide?

Per stimolare il corretto funzionamento della tiroide è importante consumare i cibi giusti. In questo caso non c’è niente di meglio che consumare tutti quei cibi che sono ricchi di iodio. Lo iodio stimola, infatti, il corretto funzionamento della ghiandola tiroidea e, per di più, accelera il nostro metabolismo aiutandoci a dimagrire in modo sano.

ipotiroidismo

Quali sono gli alimento ricchi di iodio?

  1. Legumi
  2. Uova
  3. Spinaci
  4. Riso integrale
  5. Ananas
  6. Funghi
  7. Pesce
  8. Olio di pesce

ipotiroidismo

Dunque, ora che conoscete gli alimenti ricchi di iodio che combattono l’ipotiroidismo, se non sono presenti nella vostra dieta, non dovete fare altro che iniziare a consumarli più spesso. E… ricordate sempre, che il miglior modo per curare i propri problemi di salute è farlo proprio a tavola. La salute vien mangiando!!!

Se questo articolo vi è piaciuto, leggete anche:

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Google+Instagram!

NB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche. Pertanto non devono intendersi come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o la sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire in alcun modo il parere di un medico generico o specialista. L’utilizzo delle informazioni fornite è da intendersi sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × quattro =