Home Home Cannella in polvere: una miniera di benefici per la nostra salute

Cannella in polvere: una miniera di benefici per la nostra salute

1998
0
cannella in polvere

La cannella è uno degli ingredienti più usato per aromatizzare le nostre ricette, sia dolci che salate. Ciononostante quest’ultima non è soltanto un ottimo ingrediente, ma anche un valido rimedio naturale. La cannella in polvere è un ingrediente davvero miracoloso. Sai cosa succede al tuo corpo dopo averne consumato almeno un cucchiaino?

Cosa succede al nostro corpo quando mangiamo un cucchiaino di cannella in polvere, a stomaco vuoto?

Dopo aver consumato un cucchiaino di cannella in polvere a stomaco vuoto, dopo soli 45 minuti, ecco cosa succede: 

  1. Il corpo risponde meglio all’insulina: aiuta a regolare la glicemia in modo naturale.
  2. Favorisce le funzioni digestive: facilita la digestione dei cibi più pesanti ed allevia coliche e problemi allo stomaco.
  3. Previene, arresta e riduce la proliferazione delle cellule tumorali nel corpo.
  4. Migliora la circolazione sanguigna: mangiare cannella in polvere a stomaco vuoto contrasta le vene varicose e svolge un’azione anticoagulante.
  5. Ha effetti lenitivi e analgesici notevoli.
  6. Aiuta a trattare i sintomi dell’artrite.
  7. Blocca lo sviluppo batterico proveniente dal cibo che consumiamo.
  8. Migliora e promuove le funzioni intestinali, aiutando a trattare colite ed intestino irritabile.
  9. Previene le malattie cardiache.
  10. Combatte l’affaticamento cronico e l’affaticamento.
  11. Aiuta a rivitalizzare il corpo.
  12. Previene l’angiogenesi.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

PUBBLICITAAbbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

NB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche. Pertanto non devono intendersi come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o la sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire in alcun modo il parere di un medico generico o specialista. L’utilizzo delle informazioni fornite è da intendersi sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

due × tre =