dieta a zona

Negli ultimi tempi si sente molto parlare di dieta a zona. Tutti vorrebbero poter dimagrire velocemente e senza troppi problemi e quindi ogni nuova dieta finisce per attirare l’attenzione di chi è interessato a perdere peso. Ma la dieta a zona funziona veramente?

Ecco tutto ciò che c’è da sapere sulla dieta a zona

dieta a zona

Innanzitutto, vi ricordiamo che prima di intraprendere ogni tipo di trattamento dietetico è necessario rivolgersi al medico.
In secondo luogo che la dieta a zona potrebbe aiutarvi a ridurre il rischio di infiammazioni e a migliorare anche la salute della pelle.

Questa dieta, creata dal dottor Barry Sears, consiste nell’assunzione di porzioni molto bilanciate di proteine, di grassi e di carboidrati.

La dieta a zona promette di favorire il dimagrimento senza grandissimi sacrifici. In cosa consiste? Il menù ideale è composto per il 40% da carboidrati, per il 30% da grassi e per il 30% da proteine.

Cosa mangiare

dieta a zona

La dieta a zone si basa principalmente sull’assunzione di proteine che derivano da carni bianche (coniglio, pollo e tacchino), pesce azzurro, uova (albume) e legumi.

Per quanto riguarda i grassi, bisognerebbe condire sempre usando olio extra vergine di oliva ed abolire il burro.

Come carboidrati, invece, sì a pasta, riso, ma anche e soprattutto frutta e verdura.

Bisogna, invece, eliminare dalla dieta lo zucchero, quindi bevande gassate, alcol, frutti ricchi di zucchero e verdure ad alto contenuto glicemico come piselli, mais, carote, patate.

E le calorie?

Le calorie assunte non dovrebbero essere più di 1100 al giorno per le donne e 1600 al giorno per gli uomini. Inoltre questa dieta prevede una divisione di 3 pasti al giorno, a cinque ore di distanza gli uni dagli altri.

La colazione, secondo la dieta, dovrebbe essere fatta entro un’ora dalla sveglia.

La dieta a zona permette di dimagrire abbastanza velocemente, tuttavia l’apporto di proteine è molto alto e quindi bisogna fare attenzione alla salute dei reni.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

NB: Se avete qualche problema di salute è bene che vi rivolgiate ad un nutrizionista. Bisognerà, infatti, effettuare tutti i controlli necessari prima di iniziare la dieta.

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × 3 =