avvelenamento da muffa

L’esposizione quotidiana alla muffa, a lungo andare, potrebbe causare un avvelenamento da muffa. Le donne incinte, i bambini e gli anziani sono tra i più colpiti da questo problema che può avviare o esacerbare casi di asma, oltre a trasmettere batteri che possono causare infezioni anche gravi. La muffa che si annida sulle pareti si può definire un killer silenzioso, che può essere smascherato riconoscendo alcuni segnali che ci invia il nostro corpo.

Quali sono i sintomi dell’avvelenamento da muffa?

1. Problemi di memoria, confusione mentale, mancanza di concentrazione.

2. Affaticamento, debolezza, sensazione di malessere.

3. Crampi, dolori articolari e muscolari.

4. Intorpidimento e formicolio degli arti.

5. Mal di testa forte e ricorrente.

6. Occhi rossi e sensibilità alla luce.

7. Rinite, sinusite, tosse e asma.

8. Tremore.

9. Vertigini.

10. Nausea, diarrea, cambiamenti dell’appetito.

11. Aumento di peso.

12. Impossibilità di perdere peso anche se si è a dieta.

13. Sudorazione notturna ed altri problemi con la regolazione della temperatura corporea.

14. Sete eccessiva.

15. Aumento del volume delle urine.

Il rimedio naturale contro la muffa sulle pareti di casa

Per sbarazzarsi della muffa sulle pareti è possibile utilizzare una soluzione a base di olio essenziale di tea tree. Qui trovi la ricetta: Addio muffa sulle pareti! La soluzione naturale.

Se questo articolo sull’avvelenamento da muffa ti è piaciuto, leggi anche:

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Google+Instagram!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × 3 =