margarina fa male
Spread the love

La margarina fu inventata nel 1800 come alternativa più economica e salutare al burro. Tuttavia oggi si hanno sempre più dubbi su questo alimento e ci si pone la domanda: “la margarina fa male?”

Essendo prodotta con le parti meno nobili di mucca e maiale e, subendo una lavorazione che prevede l’utilizzo di solventi, soda e acido fosforico, la margarina non è uno dei prodotti più salutari al mondo.

Perché la margarina fa male?

  1. Diminuisce la capacità di apprendimento.
  2. E’ un prodotto ad alto contenuto di grassi, che genera sovrappeso.
  3. Rallenta il processo di crescita.
  4. Danneggia il fegato.
  5. Crea disfunzioni immunitarie.
  6. E’ un alimento poco digeribile.
  7. Aumenta il rischio di cancro.
  8. Danneggia i polmoni.
  9. Può causare disfunzione erettile e problemi di fertilità.
  10. Altera il metabolismo del colesterolo.
  11. Aumenta il rischio di malattie cardiovascolari.
  12. Incrementa l’aterosclerosi.

Incredibile, ma vero: la margarina è davvero un alimento killer. Immagino che molte persone smetteranno di utilizzarla dopo aver letto questo articolo. Tuttavia esiste un pubblico di persone scettiche che mostrando un atteggiamento alla San Tommaso: “se non vedo, non credo”, hanno bisogno di ulteriori evidenze. Per quest’ultime, ecco un esperimento da fare in estate:

Prendete un panetto di margarina e lasciatelo fuori dal frigo per una settimana.

Qualsiasi alimento, dopo un po’ di tempo, esposto ad alte temperature finisce per andare a male. La margarina, invece, non ammuffisce. Perchè? Quest’ultima non si può definire un alimento naturale, ma un prodotto chimico inventato dall’industria per essere venduto e consumato a lungo termine. Che ne dite? Utilizzerete più la margarina? Penso che, da questo momento in poi, inizierete a cercare delle alternative naturali e più salutari a questo alimento.

Se questo articolo sulla margarina vi è piaciuto, leggete anche:

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Google+Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti − quindici =