Home Home Attenzione! Due farmaci che usiamo spesso possono causare ictus e infarto

Attenzione! Due farmaci che usiamo spesso possono causare ictus e infarto

3502
0
farmaci

Ibuprofene e Diclofenac possono essere davvero pericolosi. Scopriamo insieme perché questi due farmaci sono sotto accusa.

L’ibuprofene e il diclofenac due farmaci utilizziamo molto spesso per combattere il dolore e l’infiammazione. Eppure, secondo una ricerca pubblicata sull’European Heart Journal, l’ibuprofene aumenta di almeno il 30% il rischio di avere un infarto. Il diclofenac è ​​ancora più pericoloso, poiché le probabilità di avere un infarto con questa pillola sono del 51%. Inoltre, la situazione diventa molto grave quando la persona ha già un problema cardiovascolare, come l’ipertensione. 

Questa scoperta ha anche rafforzato altri vecchi studi che già collegavano le malattie cardiache con il consumo di questi farmaci antinfiammatori. Ecco perché è consigliabile evitare di assumere questi farmaci senza prescrizione medica.

Secondo l’European Heart Journal, bisognerebbe prestare attenzione a tutti i farmaci antinfiammatori non steroidei noti come FANS. Il problema è che questi farmaci vengono venduti senza che le persone siano consapevoli delle possibili conseguenze. E peggio ancora: la maggior parte delle persone assume questi farmaci antinfiammatori senza prescrizione medica.

In tv siamo bombardati da pubblicità che ci fanno percepire che questi farmaci sono efficaci e sicuri, tuttavia nessuno sottolinea gli effetti collaterali, facendo sì che a volte vengano assunti in maniera irresponsabile anche per problemi di lieve entità.

I risultati dello studio condotto a Copenaghen

Il dott. Gunnar Gislason, professore all’Università di Copenaghen, afferma che l’ibuprofene e tutti i farmaci simili possono aumentare la formazione di coaguli, restringere le arterie, aumentare la ritenzione di liquidi e la pressione sanguigna.

Inoltre, uno studio condotto in Danimarca ha dimostrato che su 29mila casi di infarto, 3.300 vittime avevano utilizzato antinfiammatori non steroideo, almeno un mese prima che il problema si manifestasse. In particolare, la maggior parte aveva consumato ibuprofene o diclofenac.

Il foglietto illustrativo dell’ibuprofene afferma che il farmaco può essere associato al rischio di trombosi o ictus. Quello del diclofenac suggerisce di assumere il farmaco con cautela a coloro che hanno problemi cardiovascolari, come ipertensione, insufficienza cardiaca congestizia, cardiopatia ischemica o arteriopatia periferica.

Leggi anche:

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitter, e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

20 − 15 =