Home Home Un nuovo esame del sangue per la fibromialgia offre speranza a milioni...

Un nuovo esame del sangue per la fibromialgia offre speranza a milioni di persone affette da dolori cronici

13574
0
esame
Uno studio condotto dai ricercatori della Ohio State University, pubblicato Journal of Biological Chemistry, ha dimostrato che un nuovo esame del sangue rileva in modo affidabile la fibromialgia.

L’obiettivo dello studio, condotto dalla Ohio State University, è sviluppare un metodo rapido basato su biomarcatori per diagnosticare la fibromialgia utilizzando la spettroscopia vibrazionale attraverso un nuovo esame del sangue in grado di differenziare i pazienti affetti da fibromialgia da quelli con altre patologie come l’artrite reumatoide, l’artrosi o il lupus eritematoso sistemico. 

Fino ad oggi, i pazienti erano costretti ad aspettare fino a 5 anni per ricevere una diagnosi della propria fibromialgia. Come sappiamo, ricevere una diagnosi tempestiva ed accurata è assolutamente necessario e presenta una serie di chiari vantaggi per loro e per i medici. I pazienti possono essere certi che i loro sintomi sono reali, mentre i medici possono fornire cure adeguate.

I pazienti non diagnosticati spesso ricevono, infatti, analgesici oppioidi forti che creano dipendenza. Kevin Hackshaw, autore dello studio, afferma: “Nelle cliniche per il dolore cronico, circa il 40% dei pazienti trattati con oppioidi soddisfa i criteri diagnostici per la fibromialgia. Questa malattia spesso peggiora con questi farmaci e le condizioni dei pazienti non migliorano certamente. “

Loading...

Basandosi sui risultati dello studio, Hackshaw mira a condurre studi clinici su larga scala per determinare se i risultati di questo studio possono essere replicati in modo affidabile.

Luis Rodriguez-Saona un esperto in materia di fibromialgia ha affermato: “I primi risultati della ricerca sono notevoli. Se acceleriamo la diagnosi in questi pazienti, le loro cure saranno migliori e probabilmente avranno una prospettiva di vita migliore. Non c’è niente di peggio che essere in dubbio o non sapere da quale malattia si è affetti.”

Nello studio viene dedicato un paragrafo anche alla spettroscopia vibrazionale, un test diagnostico affidabile per differenziare la fibromialgia da altre condizioni. Hackshaw spera che questo test possa essere disponibile per un uso clinico esteso entro cinque anni.

Ci sono dunque buone speranze per le persone affette da fibromialgia, si spera che quanto prima questi nuovi esami possano essere fruibili dai pazienti. Incrociamo le dita e speriamo che la sperimentazione si concluda presto!

Leggi anche:
Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitter e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

quindici − sei =