olio d'oliva in un mandarino

Adoro le candele profumate, per questo ne compro sempre tantissime. Di recente, ho però scoperto un metodo fai da te per realizzare delle candele profumatissime mettendo dell’olio d’oliva in un mandarino.

Ecco come realizzare delle candele profumate versando dell’olio d’oliva in un mandarino

Vi piacerebbe profumare i vostri ambienti con delle candele fatte a mano? Bene! Forse non lo sapete, ma le candele hanno una storia antichissima. Le candele si utilizzano sin dalla preistoria, dunque le prime candele erano fatte proprio a mano. Inoltre sui manuali di storia leggiamo che sin dall’antichità romani, egiziani e cinesi le utilizzavano in diverse occasioni per onorare i morti, i luoghi sacri e i templi oppure per illuminare le strade e le loro case. 

Con il passare del tempo e con l’invenzione dell’elettricità, le candele hanno perso la loro funzione illuminativa, ciononostante mantengono quella di decorare gli ambienti e profumarli.

Vi piacerebbe profumare i vostri ambienti con un profumo piacevole e rinfrescante? Amate il profumo degli agrumi? Allora procuratevi qualche mandarino e preparatevi ad eseguire le seguenti operazioni:

– Prendete un mandarino e tagliate la buccia a metà in modo da pote rimuovere la polpa del frutto senza rompere buccia.

– A questo punto avrai davanti a te una buccia di mandarino divisa in due parti uguali. Prendine una e versa dell’olio d’oliva nella parte centrale.

– Prendi l’altra metà e fai un taglio a forma di stella al centro in modo da far uscire la luce attraverso le fessure.

– Una volta che la buccia di mandarino avrà assorbito l’olio d’oliva, accendi la pelle della buccia di mandarino proprio come se fosse uno stoppino.

– Mettici sopra la metà tagliata a stella e la tua candela è pronta a decorare e aromatizzare i tuoi ambienti.

Non è una bella idea?

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

PUBBLICITAAbbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

NB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche. Pertanto non devono intendersi come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o la sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire in alcun modo il parere di un medico generico o specialista. L’utilizzo delle informazioni fornite è da intendersi sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tredici + quattro =