psicologia
1. Gli uomini e le donne eccellono in diversi tipi di attività: è vero che gli uomini non hanno mai ottenuto risultati migliori, rispetto alle donne, su cose come le mappe di lettura ed è anche vero che gli uomini sono, quasi sempre, più bravi delle donne con la grammatica. Tuttavia, bisogna segnalare che non tutti gli uomini sono più bravi delle donne con la grammatica, di conseguenza questo principio è relativo così come è relativo il fatto che uomini e donne eccellono in diversi tipi di attività.
2. Alcune persone utilizzano più la parte sinistra del cervello e altre quella destra: poiché anche l’azione più noiosa implica l’utilizzo tutte le parti del cervello non esiste alcuna attività, nemmeno la più semplice,  che possa essere svolta utilizzando una sola parte del cervello. Ciononostante, questo mito nasconde un fondo di verità, perché gli ambidestri sono le persone più creative in quanto le due parti del loro cervello comunicano tra di loro.
3. Noi usiamo solo il 10% del nostro cervello: anche questo è un falso mito in quanto ogni azione implica l’utilizzo di quasi tutto il cervello e non di una percentuale così limitata.
4. L’ascolto di Mozart rende intelligenti: l’ascolto di Mozart, secondo uno studio, ha la capacità di migliorare le prestazioni. Tuttavia, da uno studio successivo, è emerso che in realtà  ascoltare qualcosa che ci piace, prima di svolgere una prova, migliora il risultato. Dunque questo principio non è valido solo per l’ascolto di Mozart.
5. Le donne preferiscono gli uomini dal livello culturale più elevato del proprio: uno studio recente ha dimostrato che le donne scelgono i propri compagni, oltre che per l’aspetto fisico, per il grado di cultura che posseggono e poiché hanno un grande senso dell’ambizione preferiscono avere un partner con un livello culturale più basso. Nella stessa indagine è, inoltre, emerso che gli uomini preferiscono le donne più giovani, mentre le donne le donne cercano uomini più grandi in quanto ricercano il senso di protezione.
Come abbiamo visto, molte volte si crede ad alcuni miti pensando che siano dei veri e propri dogmi, ma alla fine tutti finiscono per essere sfatati in quanto tutto, o quasi, è relativo poiché ogni persona è un essere unico e irripetibile dotato di una propria testa pensante.

2 Commenti

  1. […] Di notte quando si è assaliti dai brutti pensieri, bisogna fare i conti con l’insonnia ed addormentarsi velocemente diventa una missione impossibile. Dormire almeno otto ore è, però, importante. Dunque per non incorrere in una notte da dimenticare, occorre: •  Cercare di andare a letto e svegliarsi sempre alla stessa ora. •  Non assumere caffeina nel tardo pomeriggio e durante la sera. •  Non utilizzare smartphone e tablet un’ora prima di andare a letto. •  Creare un ambiente ottimale per dormire cioè buio, silenzioso e fresco. •  Fare qualche attività rilassante prima di mettersi a letto come leggere un libro, fare stretching, fare un bagno o ascoltare musica rilassante. Se dopo aver provato a seguire questi semplici accorgimenti non riuscirete ancora a dormire, provate a: 1. Prendere un quaderno e una penna per scrivere tutto quello che vi passa per la mente Utilizzare una penna e un pezzo di carta per scrivere tutto ciò che vi passa per la testa vi aiuterà a prendere sonno. Scrivere un diario se non vi aiuterà a risolvere il vostro problema, almeno allontanerà un po’ di energia negativa dal vostro sistema nervoso. 2. Accendere po’ di musica ambient Il tipo ideale di musica da ascoltare quando si sta cercando di dormire è la musica ambient strumentale, a basso o medio volume. 3. Seguire una meditazione orientata ad allontanare lo stress e l’ansia La meditazione rilassa la mente e il corpo, per questo potrebbe aiutarvi a risolvere i vostri problemi di stress, ansia e insonnia. 4. Convertire i vostri pensieri negativi in pensieri positivi Questo certamente non è facile, ma è molto importante provare a farlo, soprattutto se si sta attraversando un momento difficile.  Se siete stressati a causa del lavoro, provate a pensare a cosa amate di esso e sarate meno spaventati dai vostri nuovi obiettivi. 5. Provare qualche esercizio mentale che vi distolga dai pensieri negativi Forse tutto ciò che serve è un po’ di distrazione. Qualche semplice esercizio mentale potrebbe allontanare le vostre preoccupazioni.  Ad esempio, con gli occhi chiusi, potreste provare a ricordare qualcosa che vi ha reso felici, in modo tale da ritrovare il buon umore e con esso il sonno perduto. Se ti è piaciuto questo articolo, leggi anche: 5 falsi miti sulla psicologia […]

  2. […] di avere una vita reale oltre a quella social. Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche: 5 falsi miti sulla psicologia Ridurre lo stress con una semplice azione quotidiana Ecco perché i probiotici combattono l’ansia […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − tre =