Home Home Insegnamo ai nostri figli ad aiutare in casa! Ecco cosa devono fare...

Insegnamo ai nostri figli ad aiutare in casa! Ecco cosa devono fare a seconda della loro età

860
0
aiutare in casa

I bambini disordinati possono essere paragonati ad un vero e proprio terremoto. Ecco perché è importante abituarli fin dalla tenera età alla pulizia e all’ordine. Gli esperti dell’apprendimento sostengono, infatti, che i bambini che aiutano nelle pulizie domestiche sono più disciplinati ed ordinati rispetto agli altri. Tuttavia è bene precisare che non tutte le attività sono adatte ai bambini, ecco perché ad ogni età corrisponde un diverso modo di aiutare in casa. Secondo lo psicoeducatore Solène Bourque affidare compiti a un bambino, in base alla sua età e alle sue capacità, significa anche renderlo disciplinato, aiutarlo a diventare indipendente oggi e nella sua vita futura.

Ecco in che modo i bambini possono aiutare in casa:

1 anno di età: durante la sessione di gioco, puoi aiutare tuo figlio a mettere in ordine i suoi giocattoli. Con l’esercizio e la pratica, essere ordinato/a diventerà una sua abitudine quotidiana.

A partire dai 3 anni: puoi insegnargli ad apparecchiare e sparecchiare e, se avete un animale domestico, a riempire la ciotola.

Loading...

Dai 4 anni in su: a questa età, il bambino dovrebbe essere in grado di mettere la biancheria sporca nel cestino e sistemare la giacca nel posto giusto.

Dai 5 anni in su: il bambino sarà in grado di svolgere compiti più importanti, come apparecchiare la tavola anche con stoviglie delicate, conservare i suoi giocattoli nella scatola, piegare gli asciugamani puliti, innaffiare le piante e spolverare alcuni mobili.

Dai 6 anni in su: a questa età, il bambino sarà in grado di pulire e spazzolare, conservare le sue cose e i suoi libri senza che nessuno lo aiuti. Può anche aiutarti a fare la spesa depositando alcuni oggetti nel cestino o portando piccoli sacchetti, comunque non pesanti!

A partire dagli 8 anni: sarà in grado di riordinare la sua stanza, partecipare alla preparazione del pasto ma anche di piegare i vestiti, di rifare il letto e di portare fuori la spazzatura.

Dai 9 anni in su: può preparare piccoli piatti semplici come un panino, usare l’aspirapolvere e cambiare le lenzuola.

A partire dagli 11 anni: a questa età, quando il bambino sarà più maturo, potrà assumersi maggiori responsabilità pulendo il bagno, lavando la macchina o spostando alcuni mobili. Sarà anche in grado di organizzare il suo tempo tra i lavori domestici e quelli scolastici.

Il tuo bambino potrebbe non essere motivato ad aiutare in casa. In questo caso è essenziale incoraggiarlo e motivarlo. Ecco come:

  • Non essere troppo esigente con lui o lei e assegna solo compiti adatti alla sua età.
  • Comprendilo e sappi che ogni bambino ha il suo ritmo. Non ha senso essere autoritario e rimproverarlo se non svolge correttamente il suo lavoro. Chiedigli gentilmente di rifarlo mostrandogli come avere più successo.
  • Non fare il lavoro al suo posto.
  • Trasforma le faccende domestiche in giochi. Ad esempio, per riordinare la sua stanza, chiedigli di giocare al venditore in un negozio e che per questo, dovrebbe conservare gli oggetti al loro posto in modo che siano visibili ai clienti. Ciò fornirà a tuo figlio una routine di archiviazione.
  • Metti un po’ di musica, balla e canta. Aiutare in casa così sarà un vero spasso.
  • Complimentati quando svolge bene i lavoretti. Sarà più incoraggiato a continuare e persino a fare meglio per soddisfarti ed aiutarti.
Leggi anche:

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

venti + quindici =