Home Alimentazione Il frutto che guarisce le ferite e controlla ipertensione e trigliceridi

Il frutto che guarisce le ferite e controlla ipertensione e trigliceridi

3261
0
frutto che guarisce le ferite

Originaria dell’America tropicale, la guava è uno dei frutti più salutari al molto. Grazie ad un’alta concentrazione di vitamine e minerali che aiutano a stimolare il sistema immunitario dona, infatti, numerosi benefici al nostro organismo. Non a caso è anche noto come frutto che guarisce le ferite e controlla ipertensione e trigliceridi.

Alla scoperta delle proprietà benefiche del frutto che guarisce le ferite

Ricca di vitamina A, B1, C, calcio, fosforo, ferro e fibre solubili, la guava apporta numerosi benefici al nostro organismo in quanto contiene pochi zuccheri, grassi e calorie. Inoltre, solo pochi lo sanno, ma questo frutto contiene più potassio della banana, esattamente il 63% in più.

Ecco i benefici:

  1. Aiuta a combattere le infezioni e le emorragie.
  2. Grazie al licopene, consumata regolarmente, la guava aiuta nella prevenzione del cancro alla prostata.
  3. Se vuoi proteggerti dalle zanzare, inizia a far crescere piante di guava sul tuo balcone.
  4. Rinforza le ossa, i denti e il muscolo cardiaco.
  5. Migliora la cicatrizzazione e l’aspetto della pelle.
  6. Rallenta l’invecchiamento.
  7. Stimola il corretto funzionamento dell’apparato digerente, del sistema nervoso e offre una maggiore resistenza fisica.
  8. La polpa rossa è utile per ridurre il colesterolo, i trigliceridi e la pressione sanguigna.
  9. La fibra del frutto si lega, invece, agli acidi biliari riducendo l’assorbimento dei grassi.
  10. E’ un ottimo rimedio naturale contro la gastrite.

Come si consuma?

La guava può essere consumata fresca o sottoforma di succo prepato con 1 frutto e 250 ml di acqua. In alternativa, puoi acquistare il succo già pronto cliccando qui.

NB: il succo non va zuccherato.

Per approfondire l’argomento, leggi anche:

PUBBLICITAAbbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: FacebookTwitterGoogle+ e Instagram!

NB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche. Pertanto non devono intendersi come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o la sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire in alcun modo il parere di un medico generico o specialista. L’utilizzo delle informazioni fornite è da intendersi sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome

quattordici + quindici =