cubetto di ghiaccio tra testa e collo
Spread the love

Avete mai provato a mettere un cubetto di ghiaccio tra testa e collo? Questo trattamento è la prova evidente che il corpo umano è una macchina perfetta. In questo articolo vi illustrerò i benefici sorprendenti di questa pratica che ha origini davvero antichissime.

Alla scoperta della tecnica del cubetto di ghiaccio tra testa e collo

Si tratta di una tecnica molto semplice strettamente connessa con l’agopuntura. Come ben saprete, questa antica pratica cinese si basa sul presupposto che, sparsi per il nostro corpo, ci sono diversi punti di energia. Ciascuno di questi è strettamente connesso al funzionamento degli organi interni e al bilanciamento energetico dell’intero corpo. Ciononostante non tutti i punti svolgono la stessa funzione così come non tutti hanno la stessa importanza. Uno dei punti più importanti è, senza dubbio, il punto feng. Si tratta di un punto situato nella parte posteriore del collo, proprio vicino alla testa. Per i cinesi, il feng è un punto ad alta concentrazione di energia. Per questo, quando viene stimolato, è in grado di ringiovanire e ripristinare l’energia del corpo.

Come stimolare il feng

  1. Mettiti comodo: puoi stare sia seduto che disteso.
  2. Applica un cubetto di ghiaccio tra testa e collo, proprio sul feng.
  3. Lascia il cubetto in questa posizione per 20 minuti (se vuoi puoi avvolgerlo con un panno o un sacchetto di plastica, in modo da evitare di bagnarti).
  4. Dopo i primi 30 secondi di stimolazione del feng ghiaccio, inizierai a sentire un leggero calore.
  5. Ripeti questo trattamento, due volte al giorno, un giorno sì e uno no. L’importante è farlo appena svegli a stomaco vuoto e poco prima di andare a dormire.

Quali sono i benefici di questa tecnica?

– Migliora la qualità del sonno.

– Dà vitalità al corpo.

– Ci si sente rilassati e a volte euforici.

– Migliora la digestione.

– Aiuta a prevenire raffreddore e influenza.

– Allevia il dolore .

– Contribuisce a migliorare le malattie respiratorie, cardiovascolari e intestinali.

– Migliora i problemi alla tiroide, l’artrite, l’ipertensione e l’asma.

Attenzione!!! Questo trattamento è sconsigliato in caso di gravidanza, presenza di pacemaker, epilessia e schizofrenia.

NB: Le informazioni riportate in questo articolo sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche. Pertanto non devono intendersi come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o la sospensione di un farmaco. L’articolo ha scopo informativo, ma non intende sostituire in alcun modo il parere di un medico generico o specialista. L’utilizzo delle informazioni fornite è da intendersi sotto la responsabilità, il controllo e la discrezione del lettore.

Se questo articolo ti è piaciuto, leggi anche:

Abbonati alla nostra newsletter: è gratis!

Per restare sempre aggiornata/o e non perderti nessuno degli articoli firmati DidiDonna iscriviti alla nostra newsletter settimanale. Seguici anche sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Google+Instagram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 + cinque =